Sibaritide, Covid: ondata di contagi a Corigliano-Rossano, inaugurato il centro vaccinale regionale



Palabrillia

Nel giorno dell’inaugurazione del centro vaccinale regionale hub al Palabrillia una nuova ondata di contagi travolge la città di Corigliano-Rossano: nelle ultime 24 ore altri 68 casi. Cresce anche il numero dei decessi che sale a quota 67. Il totale complessivo è di 772 contagi e ben 23 decessi negli ultimi 30 giorni. A Crosia ( 166 casi) e Acri (284 casi), due comuni verso cui è stata disposta la zona rossa,  la situazione permane preoccupante. Tutto questo mentre poche ore fa è partito il centro vaccinale regionale nell’area urbana di Corigliano. Un momento importante che ha trasmesso un margine di positività in un contesto in cui i dati producono angoscia e malcontento. Tuttavia, tutto dipenderà dalle quantità di dosi che verranno inviate in riva allo jonio. La Sibaritide è pronta per l’avvio del centro hub regionale del palabrillia che ha già iniziato a vaccinare nel giorno dell’inaugurazione.

Si suppone una proiezione di 500 vaccini al giorno

Tra i presenti il commissario dell’Asp Vincenzo La Regina, il presidente della Provincia Franco Iacucci, il sindaco di Corigliano Rossano Flavio Stasi, e i vari rappresentanti istituzionali della Regione Calabria e della protezione civile. Sono state allestite 8 linee, 6 delle quali già attive su 2 sessioni 7 giorni su 7. Si suppone una proiezione di 500 vaccini al giorno. Il centro hub da domani sarà presente sulla piattaforma regionale. Il problema è e rimane i quantitativi di vaccini concessi. Su questo fronte spira aria di ottimismo. Dal primo aprile, infatti, il numero dei vaccini inviati allo jonio è triplicato, ciò ha consentito la copertura dei richiami. Oltre al centro vaccinale hub, nel comprensorio sono presenti i poli di: Corigliano-Rossano, Cariati, Trebisacce, Cassano, Oriolo, Rocca Imperiale e Crosia. Nell’alto jonio è stata completata la vaccinazione degli ultraottantenni (incluso il richiamo) e adesso si sta operando tramite la piattaforma per i pazienti fragili e quelli nella fascia anagrafica dai 70/79 anni. Su Corigliano-Rossano si sta chiudendo la prima fase degli ultraottantenni e si è a buon punto per la seconda somministrazione. Al momento, nella fascia jonica sono stati vaccinati 16mila cittadini.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.