Sapia (M5S): È mio il merito del finanziamento per il centro storico di Rossano

sapia

Corigliano Rossano – «Sono soddisfatto per l’approvazione dell’apposito progetto definitivo da parte del Comune di Corigliano-Rossano e per il conseguente finanziamento statale di 1,9 milioni di euro, che serviranno a riqualificare il quartiere San Domenico della città e a recuperare Palazzo Amarelli-De Falco. Si tratta dell’importo più alto, in Calabria, finalizzato a simili interventi». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Francesco Sapia, che spiega: «Il progetto rischiava di cadere, se non avessi interessato il sottosegretario di competenza, Giancarlo Giorgetti, che ha accolto la mia richiesta di prorogare i termini per presentarlo alla Presidenza del Consiglio dei ministri. Infatti l’allora comune di Rossano aderì a un apposito bando per rilanciare luoghi culturali dimenticati. La sottosegretaria dell’epoca, Maria Elena Boschi, creò confusione sulle modalità di invio del progetto alla Presidenza del Consiglio dei ministri, giusto a ridosso delle elezioni politiche del 2018». «Ora – continua il deputato M5S – si potranno valorizzare un bene storico, Palazzo Amarelli-De Falco, e altre strutture abbandonate ad anni di incuria. Sarà realizzata una Cittadella dei Giovani, un polo culturale, artistico e di sviluppo con spazi espositivi, laboratori multimediali, emeroteca, sala lettura e servizi di start up per la creazione di imprese». «Desidero ringraziare – conclude Sapia – il sottosegretario Giorgetti, che su mio interessamento ha prorogato i termini di presentazione del progetto al 14 maggio 2019, permettendo così l’invio della relativa documentazione e fissando al prossimo settembre la scadenza per trasmettere il nullaosta della Soprintendenza competente. Ringrazio anche la commissione straordinaria del Comune di Corigliano-Rossano, nonché i dirigenti e funzionari interessati per il grande impegno profuso e per la sinergia con il governo nazionale» (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *