Rossano Futura: verità sullo stato delle casse comunali

caracciolo

ROSSANO Verità sullo stato delle casse comunali. Lo chiedono i consiglieri di Rossano Futura Tonino Caracciolo e Marinella Grillo, evidenziando presunte discrasie e ribadendo i solleciti pervenuti dalla Corte dei Conti. Nello specifico, i due consiglieri comunali continuano a rilevare, così come già fatto durante la riunione dedicata dell’assise civica, “una condizione strutturale di dissesto ed il sostanziale squilibrio di bilancio dovuto a debiti fuori bilancio, alla data della seduta consiliare, non certificati dai competenti Uffici” nonché  “la profonda discrasia tra entrate previste in bilancio, accertamenti e riscossioni tanto che alla data dell’assestamento veniva certificata una giacenza di cassa pari a zero euro”.

Considerato, proseguono, che proprio per questo il Comune “è costretto a continue anticipazioni di cassa”, Caracciolo e la Grillo ricordano che “la stessa Corte dei Conti ed il Collegio dei revisori hanno sollecitato il Comune di Rossano ad adottare immediate misure sia sul fronte di contenimento della spesa corrente che su quello della valorizzazione del patrimonio”. Pertanto, chiedono al sindaco “l’elenco con il relativo ammontare dei debito fuori bilancio conseguenti a sentenze passate in giudicato e le relative date di notifica al Comune; l’esatto ammontare del debito con Sorical e Regione Calabria, i relativi piani di ammortamento approvati in passato e non rispettati; l’esatto ammontare del debito con Enel od altri fornitori di energia elettrica ed i periodi temporali cui si riferiscono; eventuali altri debiti fuori bilancio che l’Amministrazione ha individuato nei suoi primi tre mesi di attività”. Gli esponenti di Rossano Futura chiedono inoltre, anche alla luce del conferimento della delega alle Finanze, di “sapere quali urgenti provvedimenti e quali piani di risanamento intende adottare la sua Amministrazione per porre rimedio ad uno dei problemi più gravi che affligge la nostra comunità anche in relazione a quanto segnalato dal Collegio dei Revisori dei Conti”.

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *