Rossano: fusione a tre con Corigliano e Cassano? Sì, ma gradualmente 



Il Comitato 100 Associazioni pro fusione dei comuni di Corigliano e di Rossano ha incontrato i sindaci del territorio. All’iniziativa, che si è tenuta all’Hotel San Luca, erano presenti Giovanni Papasso, sindaco di Cassano, Giuseppe Geraci, sindaco di Corigliano, e i primi cittadini di Rossano e di Crosia, Stefano Mascaro e Antonio Russo. All’incontro hanno preso parte inoltre i consiglieri comunali e i parlamentari regionali Giuseppe Graziano e Franco Sergi.

DI COSA SI È DISCUSSO

Amerigo Minnicelli, del Comitato 100 Associazioni,  ha posto l’attenzione sui tentativi di aprire conflitti tra le città di Corigliano e di Rossano in materia di sanità (il numero dei distretti). Discorsi aperti sul fronte infrastrutturale, in particolare la polemica sull’aeroporto di Sibari verso cui occorre battersi. Fari puntati poi sulla costituzione dell’area vasta, dove si registra ampia convergenza. Il sindaco di Cassano Papasso vuole una fusione a tre e chiede l’inclusione. Il consigliere Graziano chiarisce che la proposta di legge predispone l’apertura ad altri comuni, ma in una fase successiva e gradualmente. “Farlo ora- afferma – , a processo avanzato, rischia di frenare la proposta Corigliano-Rossano”.

Si va dunque nella direzione della costituzione di un comitato ristretto operativo che guardi al referendum, da tenere possibilmente entro il prossimo anno o giù di lì.

LEGGI ANCHE: Il 25 ottobre riunione del Comitato 100 Associazioni

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.