Rossano centro storico. Gli eventi culturali e religiosi che hanno inaugurato la Settimana Santa



Corigliano Rossano – Nella cattedrale di Rossano, davanti alla santissima immagine della Madonna Achiropita, si è ufficialmente aperta la Settimana Santa con un momento di intensa riflessione. Sabato sera, dopo la messa serale, gli Amici dell’arte, guidati dal professore Giuseppe De Rosis, hanno voluto omaggiare la figura della Madonna sofferente durante la Passione con un evento dal titolo Vergine Madre. La madre è una figura attenta e premurosa che ama i propri figli aiutandoli nella crescita. Maria è presente durante la crocifissione di Gesù; piegata e afflitta dal dolore accoglie suo figlio morto. Dieci lettori sia dell’area urbana di Corigliano sia di quella di Rossano hanno decantato vari brani che nella letteratura hanno omaggiato la Madre Celeste, dal Medioevo a oggi. Tra di essi, ricordiamo il componimento di Jacopone da Todi, che narra la morte di Cristo e l’infinito dolore di sua madre Maria, ai piedi della croce.

Come da tradizione, anche quest’anno la domenica mattina nella chiesa di San Bernardino sono state benedette le palme ed è stato letto il Vangelo di San Giovanni in greco, poi la piccola processione di fedeli si è mossa verso la Cattedrale per celebrare l’ingresso a Gerusalemme di Gesù. La benedizione della Santa Messa è stata officiata dall’Arcivescovo Mons. Giuseppe Satriano. La lettura del Vangelo in greco è una tradizione antichissima che ancora oggi i fedeli rossanesi mantengono viva nel tempo. È stata mantenuta fino al 1462, anno dell’introduzione del rito latino in sostituzione a quello orientale. E la chiesa di San Bernardino con il suo complesso monastico fu la prima chiesa costruita per il nuovo rito introdotto per volere dell’Arcivescovo del tempo, Mons. Saraceno: da qui l’usanza che ogni Domenica delle Palme si ricordi l’antico rito.

A conclusione della festività delle palme, nella serata di domenica, nella suggestiva e antichissima chiesa di San Bernardino, la Confraternita M. SS. Addolorata e l’Arcidiocesi Rossano-Cariati in collaborazione con la Pro Loco Rossano hanno tenuto un concerto bandistico eseguito dal Complesso Bandistico Nicola Gorgoglione che animerà anche la Processione dei Misteri del Venerdì Santo. Tanti i celebri brani eseguiti tra cui Ti saluto o Croce Santa o Mater lacrimosa. Tra un’esecuzione e un’altra si sono stati inseriti dei pensieri di San Alfonso Maria de’ Liguori: Rinnovatevi ancora nello spirito della orazione. Tutte le meditazioni sono buone; ma quelle della Passione di Gesù Cristo è la più utile.

Antonio La Banca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.