Roseto-Sibari. Appello-documento dei sindacati contro la sospensione

Lettera aperta agli Amministratori locali, Comunali Provinciali e Regionali, al mondo dell’associazionismo, ai cittadini Calabresi, ai lavoratori di ogni settore.
Le segreterie unitarie di CGIL – CISL – UIL Regionali e le Segreterie unitarie di FILLEA CGIL – FILCA CISL – FENEAL UIL Regionali, chiedono di aderire a questo appello-documento per non consentire di rinviare i cantieri con il rischio di perdere il finanziamento per il 3°megalotto SIBARI-ROSETO S.S.106, opera ritenuta strategica, che dovrebbe ridare dignità, sicurezza ai cittadini calabresi.

Dopo circa un ventennio di battaglie, finalmente la Calabria potrà essere collegata al resto d’Italia grazie all’avvio dei cantieri del 3°megalotto, che prevedono un investimento pari ad 1.335.000.000 di euro, ormai certificato da due delibere CIPE per il primo ed il secondo lotto. La nostra Regione potrà uscire dall’isolamento collegandosi con il resto del Paese e dell’Europa, guardando anche al futuro dell’intero tracciato che non può fermarsi a Sibari.

Il popolo Calabrese aspetta questa infrastruttura da troppo tempo, un tempo lunghissimo che purtroppo ha determinato un incalcolabile danno in termini di vite spezzate e di mancato sviluppo, contribuendo in maniera profondamente negativa al mancato sviluppo dell’intera Regione. Una Regione in cui si è costretti ad adoperare per gli spostamenti, con collegamenti interni ed esterni obsoleti, con arterie che non rispettanonessuno dei moderni standard disicurezza, che non garantiscono i servizi necessari ai cittadini, all’agroindustria, al turismo, ai cittadini ed ai Lavoratori pendolari.

L’avvio dei lavori è ormai ai nastri di partenza, le procedure burocratiche sono state più volte vagliate dai Ministeri competenti ed hanno ottenuto il via libera dalla commissione ambiente e dalla Corte dei Conti. Non resta che partire!
Purtroppo, nelle scorse settimane, la realizzazione dell’infrastruttura, considerata da tutti fondamentale per collegare il territorio, la Calabria e il Paese, è divenuta oggetto di una manifestazione di protesta, mirata alla rivisitazione dell’intero progetto che porterebbe di fatto a un nuovo blocco dell’opera e delle conseguenti ripetizioni dell’iter procedurale, che tra l’altro, ha già ricevuto tutte le necessarie valutazioni dei diversi e numerosi organismi istituzionali, amministrativi e giuridici, con esito positivo per l’esecuzione.

Pertanto, nella considerazione che le azioni messe in campo sono lesive del territorio e dell’intera Regione, vi chiediamo la sottoscrizione del presente appello, a sostegno dell’immediato avvio dei Lavori per il 3°megalotto S.S.106.
Chiediamo, ancora una volta, di condividere le azioni che dovessero risultare necessarie per contrastare inutili ritardi, per evitare il blocco dei cantieri che sono di imminente apertura, e che impedirebbero le attività dei tanti lavoratori impegnati nell’esecuzione dell’importante infrastruttura.

CGIL CALABRIA – Seg. Gen. Angelo Sposato CISL CALABRIA – Seg. Gen. Paolo Tramonti UIL CALABRIA – Seg. Gen. Santo Biondo

FILLEA CGIL CALABRIA – Seg. Gen. Luigi Veraldi FENEAL UIL CALABRIA – Seg. Gen. Bruno Marte FILCA CISL CALABRIA – Seg. Gen. Mauro Venulejo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *