Rissa a Corigliano Rossano: preso a sprangate un bulgaro, in fuga gli aggressori



Una rissa tra stranieri è scoppiata questa sera nella centralissima Via Nazionale dell’area urbana di Corigliano. Un uomo di origine bulgara è stato colpito a più riprese con il collo di una bottiglia e trasferito d’urgenza al “Nicola Giannettasio” di Rossano dove i sanitari stanno prestando le prime cure. L’uomo ha riportato ferite su più parti del corpo: alla testa, alla pancia e alla gamba. A terra sono state rinvenute vistose tracce di sangue, il che lascia prefigurare che le condizioni del 30enne siano piuttosto gravi.

In alto il punto ristoro, in basso le tracce di sangue

Gli aggressori, due giovani rumeni, intorno ai 25 anni, si sono dati alla fuga. Sulle loro tracce i carabinieri del reparto operativo e gli uomini del commissariato di pubblica sicurezza di Corigliano-Rossano. Secondo una prima ricostruzione una famiglia di bulgari stava festeggiando in un punto ristoro ed erano tutti seduti a tavola. Ad un certo punto arrivano i due giovani, una parola tira l’altra e scoppia la rissa. I due vanno in escandescenza si armano di bottiglie rotte e di una spranga di ferro e iniziano a darne di santa ragione. Ci sono anche altri familiari del giovane aggredito rimasti coinvolti ma con lievi ferite. Si sta lavorando al reperimento di eventuali immagini di videosorveglianza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.