Ripartita l’Estate Ragazzi al San Giovanni XXIII. Boom di partecipanti



Dopo due anni di inevitabile pausa, è ripartita l’“Estate Ragazzi” targata parrocchia “San Giovanni XXIII”. La comunità religiosa dei sacerdoti Don Tonino Longobucco e Don Agostino Stasi ha pianificato, per la settimana corrente (dal 19 al 26 giugno), sette giorni tutti destinati a bimbi e ragazzi compresi tra la prima elementare e la terza media. Grande e ritrovato entusiasmo come confermano anche le cifre degli iscritti attestatosi oltre i cento iscritti.

Manifestazione intitolata “Sing” che domenica scorsa ha avuto lo start con la formazione delle squadre, descrizione dei personaggi, consegna delle maglie a tutti i partecipanti e diversi altri momenti conviviali tra musica e balli. “Estate Ragazzi 2022” entrata nel vivo proprio in queste ore e che intratterrà i più giovani per tutti i pomeriggi (dalle 15:30 alle 19) tra accoglienza con balletto, narrazione a tappe di una storia a tema, momenti meditativo, laboratori, merenda e i giochi all’esterno della parrocchia. Schema più o meno uguale che si ripeterà nelle altre giornate con altre attrazioni come schiuma party al martedì e proiezione video sulla pace al giovedì. Al venerdì l’iniziativa sarà arricchita da un evento solenne in virtù della celebrazione Eucaristica presieduta dell’Arcivescovo Aloise in ricorrenza dei venticinque anni di sacerdozio di Don Tonino Longobucco. Messa che vorrà essere anche da Ringraziamento per i giovani partecipanti, genitori e intrattenitori. Al sabato giornata conclusiva dell’”Estate Ragazzi 2022” con premiazione dei vincitori e grande festa finale. Particolari saranno sia i laboratori formativi e manuali che i giochi presso l’anfiteatro di contrada San Francesco dello “Skate Park”. Manifestazione che si snoderà tra suoni e giochi popolari, momenti gastronomici e esilaranti spettacoli. Idea ripresa e rilanciata grazie ai parroci Don Tonino e Don Agostino e ben programmata e accordata dallo staff di catechiste, animatrici e animatori che con slancio e vitalità hanno messo in piedi un progetto rivolto alle nuove generazioni ma soprattutto sano e formativo. In attesa del nuovo e avveniristico complesso parrocchiale, ormai prossimo alla consegna, e grazie all’impegno di più anime un grosso plauso va a tutti coloro che stanno rendendo possibili tali iniziative per una rinascita spirituale e sociale che riparti proprio dalle giovani leve.

Cristian Fiorentino

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.