Riforma terzo settore. Istituito il RUNTS: nuovi forum territoriali

foto repertorio terzo settore

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto istitutivo del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) segna un traguardo importante per la Riforma che darà la possibilità agli enti di acquisire la qualifica di ente del Terzo settore (ETS). Dietro questi acronimi vi è una grande opera di riordino del comparto non profit che finalmente viene dotato di regole uniformi. Il RUNTS dovrebbe essere in funzione da metà aprile 2021 e sarà suddiviso in sette sezioni di cui 6 dedicate a particolari categorie di enti (ODV, APS, enti filantropici, imprese sociali, reti associative, società di mutuo soccorso) ed una per gli altri “ETS” che non rientrando in una delle precedenti tipologie. Si chiama Registro Unico perché assorbirà gli attuali registri di settore previsti per associazioni di promozione sociale (APS), organizzazioni di volontariato (ODV) e ONLUS creando un sistema nazionale di registrazione, controllo e trasparenza. A questo si accompagnerà un nuovo percorso per il riconoscimento della personalità giuridica.

Fino all’operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore, continuano ad applicarsi le norme previgenti ai fini e per gli effetti derivanti dall’iscrizione degli enti nei Registri Onlus, Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di promozione sociale.

Anche il Forum del Terzo settore si adegua alla riforma con nuovi assetti territoriali. In Calabria il Forum regionale risulta costituito da Forum provinciali con deroghe per province territorialmente più estese come Cosenza che vede la costituzione Forum Territoriale Alto Jonio Cosenza, Forum Territoriale Cosenza Tirrenica, Forum Territoriale Cosenza.

Il Forum Alto Ionio Cosenza è costituito da Corigliano Rossano, Trebisacce, Castrovillari.

Comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.