Rientri in Calabria. Giuseppe Antoniotti: non accettiamo incoscienti

Fusione

Corigliano Rossano – NON ACCETTIAMO IN CALABRIA INCOSCIENTI E STRAFOTTENTI. Nonostante l’efficiente servizio voluto dal Presidente della Regione e approntato dal Servizio 118 e dalle Forze dell’Ordine, buona parte dei passeggeri in arrivo da Roma alla stazione di Lamezia Terme Centrale hanno RIFIUTATO SOTTOPORSI al test gratuito del tampone della durata di pochi minuti. IL TAMPONE è una ottima opportunità per chi rientra in Calabria che tutela anche i familiari da pericoli di contagio. E’ da INCOSCIENTI rifiutarsi di effettuare i tamponi, considerando anche l’atteggiamento di responsabilità avuto fino ad oggi da tutti i cittadini calabresi che hanno rispettato alla lettera provvedimenti e restrizioni, rimanendo a casa, chiudendo le proprie attività ,sacrificando la libertà dei bimbi, sacrificando gli affetti dei propri cari, insomma facendo grossi sacrifici che oggi non possono assolutamente vanificarsi. E allora chi si rifiuta che torni indietro, non accettiamo incoscienti e strafottenti.

GIUSEPPE ANTONIOTTI

(comunicato stampa)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.