Rapani: Dialogo con noi? Propongano gli argomenti

“Se Scarcello e l’amministrazione vogliono aprire un dialogo serio e costruttivo ci proponga dei temi da affrontare, ora sta a loro”. Così il capogruppo consiliare e portavoce regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Ernesto Rapani, aprendo alle richieste pervenute dall’ex presidente del consiglio Comunale, chiarisce alcuni aspetti. In primi quello relativo alle numerose richieste di confronto e di dialogo giunte proprio dalle opposizioni che, guarda caso, “vengono richiamate al senso di responsabilità solo quando la barca sta per affondare. Nessun mea culpa, però, rispetto ad una iniziale arroganza dettata da quei numeri che oggi stanno iniziando a far tremare il terreno sotto i piedi del sindaco e della sua amministrazione”. I temi suggeriti finora sono stati “puntualmente snobbati da un’amministrazione che sta iniziando a perdere l’arroganza legata alla forza dei numeri iniziali. Sanità, riscossione, infrastrutture sono solo alcuni degli argomenti sui quali il governo di città ha nicchiato. Siamo pronti al confronto – avanza Rapani – ed uno dei primi oggetti da trattare potrebbe essere il fabbisogno triennale del personale comunale, anche per evitare a qualche maestrucolo di cambiare sponda, dall’astensione al voto favorevole e quindi al supporto di questa amministrazione che, nemmeno troppo velatamente nasconde. La stessa cosa avrebbe dovuto fare l’Amministrazione rispetto alle posizioni organizzative: un confronto non c’è stato perché sicuri, certi, in Piazza Santi Anargiri, dell’appoggio del maestrucolo medesimo. In proposito, l’amministrazione ha già preparato una bozza per l’avanzamento di carriera solo per gli interni e solo per qualcuno: ebbene, si eviti l’approvazione di tale bozza che, guarda caso, prevede l’avanzamento di carriera di un funzionario responsabile ben individuabile in cambio di un voto favorevole in Consiglio, anziché di una astensione”.
Tornando al confronto, Ernesto Rapani propone di partire dalla sanità, ribadendo di essere già intervenuto, invano, sull’argomento canadair, piano pascoli e assestamento boschivo.

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *