Psichiatria Corigliano. Italia Viva chiede che sia reso funzionante per affrontare il lato oscuro del covid: la salute mentale



La conclusione dei lavori presso il reparto di psichiatria dello spoke
di Corigliano- Rossano ci rende, come forza politica presente sul
territorio, particolarmente entusiasti. Abbiamo ancora una volta
l’onere e l’onore di ospitare nel nostro territorio uno dei tre reparti
presenti sul territorio cosentino. Ci sentiamo però di chiedere alle
autorità competenti, in primis l’asp di Cosenza, di rendere operativo il
reparto e di provvedere all’arredamento e alla formazione del
personale. Non vogliamo che ai ritardi per la ristrutturazione se ne
aggiungano altri dovuti alla messa in atto del servizio. Crediamo
invece che la risposta debba, mai come in questo periodo, essere
celere, all’altezza della sfida post covid. Proprio perchè, se
l’interesse principale da tutelare è la salute, quella fisica non può
prescindere da quella mentale. I dati dimostrano come le restrizioni
durante la pandemia abbiamo compromesso le capacità mentali e come lo
stato italiano, in linea con quelli europei, si stia muovendo per
investire in servizi e programmi per la salute mentale. La riduzione
della capacità produttiva è uno dei fattori che determinano questo trend
ma non solo: l’impatto psicologico della pandemia è stato devastante
soprattutto tra i minorenni tant’è che il 65% dei bambini sotto i 6
anni e il 71% dei ragazzi fino ai 18 hanno avuto problemi
comportamentali e di regressione. Questi dati rilevano come, la cura
della salute mentale, sia il fattore determinante per ripartire. Non
possiamo immaginare un futuro senza delle solide fondamenta: le persone.
In questo quadro crediamo fortemente che il nostro reparto di
psichiatria debba fungere da punto di riferimento e fornire
assistenza sanitaria ai cittadini. Se in questi mesi è stato chiesto un
sforzo alla comunità sono adesso le istituzioni che devono essere
all’altezza del loro ruolo. Per cui chiediamo che il reparto di
psichiatria venga arredato e che soprattutto, venga reso funzionante
attraverso un potenziamento del personale sanitario in particolar modo
assistenti sociali e psicologi, elementi s fondamentali per rendere la
macchina sanitaria in grado di assistere i cittadini di Corigliano
Rossano e dintorni.

Rosanna Arduino e Giorgio Tricarico Coordinatori Cittadini IV Corigliano
Rossano

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.