Provincia Cosenza. Adele Olivo assessore agli Affari generali e al patrimonio

CORIGLIANO-ROSSANO – Nel quadro delle deleghe assegnateci dalla Presidente e che ci impegniamo a rivoltare come un calzino in costante ascolto e dialogo con tutti i territori che rappresentiamo, cercheremo anche di restituire fiducia nella Politica e nelle Istituzioni, nella speranza di poter contribuire insieme al governo regionale ed a quello dei comuni a mettere in campo un’inedita e positiva fase di cittadinanza attiva e di protagonismo sociale a tutti i livelli.

È quanto ha dichiarato Adele Olivo da oggi (mercoledì 6), assessore agli affari generali e al patrimonio della Provincia di Cosenza, deleghe assegnategli dalla Presidente Rosaria Succurro in occasione del primo consiglio provinciale, svoltosi nella Sala del Consiglio di piazza XV Marzo.

Ringraziando per l’incarico e rinnovando gli auguri di buon lavoro alla Presidente, al nuovo esecutivo provinciale ed all’assise consiliare, la Olivo ha manifestato l’auspicio a preferire il confronto su tutto ciò che c’è da fare in concreto nelle realtà locali, invece che su ogni altra diversità di vedute e posizioni di parte.

Esprimo sin da subito questa considerazione e questa ambizione – ha aggiunto – perché quella che prende avvio oggi ritengo abbia tutte le carte in regola per diventare, una nuova stagione di governo per tutti i territori della vasta provincia di Cosenza. Ma per costruire progressivamente questo risultato serve il contributo di tutti, a prescindere dai diversi e distinti ruoli democraticamente ricoperti.

Mai come in questa delicata fase storica, direi epocale, per tutte le istituzioni pubbliche del nostro Paese, in modo particolare per l’aggiornamento funzionale e sostanziale degli enti provinciali, serve tanto ma tanto senso dello Stato. Così come serve capacità di contemperare interessi ed esigenze diverse rispetto alla complessità delle emergenze, delle sfide e delle opportunità straordinarie alle quali nessuno può sottrarsi. A ciascuno di noi, per l’assunzione di responsabilità aggiuntiva che caratterizza e distingue il nostro impegno politico ed istituzionale, spetta fare la propria parte, individuando, selezionando, proponendo e concorrendo con spirito di servizio ed abnegazione a due priorità di ogni governo territoriale, segnatamente della nostra Provincia: risolvere e proporre.

Quindi, governo delle emergenze, certo, ma anche governo del futuro. Non solo problemi, ma progetti. Non solo analisi del passato e constatazioni del presente – ha scandito l’Assessore – ma capacità di anticipare, di innovare, di progettare, di guardare oltre e di saperlo fare con ottimismo ed anche un pizzico di voglia di ritornare a sognare. Col sorriso possibilmente, perché di pianti, lamentele, amarezze e rassegnazione non ne possiamo più.

E lasciatemi dire, senza presunzione ma con misurata consapevolezza del ruolo naturale e sociale che già interpretiamo nelle nostre case e famiglie, che – ha proseguito – poter contare su quattro protagoniste femminili rappresenta per questo nuovo Consiglio Provinciale non soltanto una novità ma uno dei valori aggiunti per la stessa Presidente e per la sua Giunta in termini di sollecito, verifica, garanzia e confronto costante sulla qualità dell’azione amministrativa. Noi donne lo sappiamo fare bene, coi piedi per terra (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *