Promenzio (CeP): «Istituire l’Ufficio del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza»



Gino Promenzio

Una nuova città, così come la Nostra, oltre alle mille problematiche quotidiane, necessita per davvero dell’elaborazione di concrete prospettive di sviluppo.

Così i nostri figli, il futuro di Corigliano-Rossano, e l’insieme di tutte le famiglie della nostra comunità, devono rappresentare i fruitori terminali di ogni azione politico-amministrativa ideata e messa in campo.

Per questo scopo, Civico e Popolare, che ne ha fatto un punto di focalità del proprio programma amministrativo, nei prossimi giorni, presenterà all’Amministrazione e al Consiglio Comunale, la proposta di istituzione dell’Ufficio comunale del garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza e una bozza di regolamento attuativo, eventualmente da emendare ed arricchire insieme – tutti – già se possibile a partire dal prossimo Consiglio Comunale.

Sarà necessario in questo senso partire dalla Scuola, dai bisogni educativi, e dalle istanze di emancipazione 4.0 che richiedono le nuove generazioni, alla regolamentazione comunale (seria) del gioco d’azzardo, all’elaborazione della rete dei Laboratori Educativi Territoriali di Corigliano-Rossano, alle risposte (concrete e non solo contingenti) all’emergenza dell’edilizia scolastica. Con sestante giuridico-ideale, la Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia, del 1989, Civico e Popolare continuerà senza sosta la sua lotta per la costruzione della Città a Misura di Bambino.

Luigi Promenzio – Capogruppo al Consiglio Comunale di Civico e Popolare

(comunicato stampa)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.