Premio letterario, le Scuole di Rossano fanno il bis al concorso del Kiwanis



Corigliano-Rossano – Dopo due anni di fermo obbligato dovuto alla pandemia, torna il “Premio letterario Maria Gaetana Geraci”, questo anno alla sua XXXIV edizione.
Il concorso, bandito nel 1986 grazie a una idea della prof.ssa Maria Gaetana Geraci, socia del Kiwanis Club di Corigliano, coinvolge i frequentanti delle classi finali di tutte le scuole di I e II grado del comprensorio, ed è assurto ad uno degli appuntamenti culturali e letterari più importanti per gli studenti dell’area Alto Jonio.
La cerimonia di premiazione dei vincitori, organizzata domenica pomeriggio nel suggestivo salone degli specchi del Castello ducale, ha visto due studentesse dell’area urbana di Rossano avere la meglio su oltre cento concorrenti: Giorgia Caruso della Scuola Media “C. Levi” e Micaela Blaschi del Liceo Classico “S. Nilo”. I rispettivi elaborati, incentrati su due temi di forte attualità, pandemia e guerra in Ucraina, esaminati da una apposita commissione di docenti di diverse discipline, sono stati svolti con profonda capacità di analisi, originali e personali argomentazioni e apprezzabili agganci interdisciplinari.

Presenti all’incontro anche i dirigenti dei due Istituti scolastici premiati, Celestina D’Alessandro per la Media “C. Levi” e Antonio Pistoia del “S:Nilo”; con loro il preside Edoardo De Simone del Liceo Classico “Colosimo” di Corigliano, che ha ospitato la prova scritta.
A fare gli onori di casa, coordinati dal cerimoniere del sodalizio, Franco Reale, erano presenti il luogotenente Carlo Pasqua, il presidente del Kiwanis Corigliano, Giorgio Miceli, il socio onorario Giuseppe De Rosis, Adele Servidio, presidente della commissione esaminatrice e il segretario Giuseppe Stummolo (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.