PNRR. Gli agronomi si candidano ad essere riferimento dei comuni nella progettualità verso la “transizione ecologica”

Gli agronomi si candidano ad essere riferimento dei comuni nella progettualità verso la “transizione ecologica” .

Ne ha parlato il presidente dell’ordine dei dottori agronomi e forestali della provincia di Cosenza Michele Santaniello, nell’ambito di un recente incontro. “Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è una opportunità che non può non essere colta dai comuni della nostra provincia. La componente due del PNRR la “Transizione Ecologica” ha nei suoi molteplici obiettivi anche quello di tutelare il verde urbano, di migliorare la sua gestione e di sensibilizzare la cittadinanza alla tutela delle risorse naturali.
Grazie a questo strumento molti comuni possono intraprendere un percorso virtuoso che potrà condurli anche all’adeguamento alle diverse leggi nazionali”. Questa in sintesi è la motivazione per cui  il Consiglio Direttivo dell’ Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Cosenza ha approvato e inviato a tutti i comuni della provincia una proposta di protocollo di intesa per stabilire una collaborazione per l’avviamento alla successiva progettazione e consulenza. Nel rispetto dei ruoli, delle funzioni e delle responsabilità, con questa proposta di protocollo, aggiunge Santaniello “ci presentiamo ai Sindaci al fine di contribuire al consolidamento e alla crescita  del nostro territorio”. Occorre lavorare in modo programmatorio per garantire alle nuove generazioni un territorio ed un ambiente salubre e fruibile. Il PNRR può essere l’occasione giusta per adottare quei correttivi volti alla gestione del verde urbano, del patrimonio forestale e di tutte le risorse green partendo dalla necessità di mettere in sicurezza le città, e rendere fruibili alla gente ed ai bambini gli spazi pubblici e le risorse ambientali, investendo le ingenti risorse disponibili perché questa sarà la vera ricchezza del futuro. (comunicato stampa)

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *