Pd Corigliano Rossano: l’atto aziendale tenga conto della nuova città

pd rossano

Insorge anche il Pd Corigliano Rossano contro le recenti deliberazioni dell’Asp di Cosenza con cui si “polverizza la geografia sanitaria” e si “mortifica la nuova città Corigliano Rossano”. Una delibera che “trova riferimento – sostiene il Pd – nel già discusso e contestato atto aziendale dell’ASP di Cosenza, approvato con delibera del 17.8.2017 n. 1619 e ratificato dal Commissario Scura con DCA n.117/2017.

L’attuazione di una tale deliberazione nei termini detti comporta anche lo svuotamento del bacino di utenza, sospingendo Corigliano al nord e Rossano a Sud della fascia ionica calabrese, con tutte le immaginabili conseguenze negative in futuro.

Si tratta in un grave atto che non tiene conto della nuova realtà della città Corigliano Rossano, le cui prospettive non solo in termini di prestazioni sanitarie, ma economiche, sociali e culturali, ormai camminano unitamente per il bene dei cittadini e per uno sviluppo omogeneo di questo territorio.

Inoltre non può accettarsi che contestualmente, con la stessa recente deliberazione, siano stati aumentati i costi per gli utenti che richiedano certificazioni alla Commissione Collegiale (fissata in € 100,00) e l’aumento non esonera nemmeno i malati di grave patologie che hanno bisogno di terapie salvavita”.

IL PD di Corigliano Rossano “chiede al Direttore dell’ASP di Cosenza la sospensione di deliberazione e chiede altresì l’intervento del Presidente della Regione Oliverio e della deputazione regionale di questo terriorio a che si adoperi perché venga modificato lo stesso atto aziendale, di modo che la riorganizzazione dei servizi e delle prestazioni sanitarie tengano in debito conto della nuova grande realtà della Città Corigliano Rossano”.

PD Corigliano Rossano

(comunicato stampa)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *