Operazione Stige. Condanne pesanti. Assolti Angelo Donnici e Nicola Flotta



Lamezia

Dall’operazione antimafia Stige giungono condanne pesantissime nei confronti dei vertici della cosca Farao-Marincola di Cirò Marina. 20 anni di carcere per Salvatore Morrone, Salvatore Giglio, Giuseppe Sestito, Cataldo Marincola, Giuseppe Spagnolo, Leonardo Crugliano, Vittorio Farao (di Silvio classe 1978) e  Francesco Tallarico. Diciotto anni di reclusione per Giuseppe Giglio figlio di Salvatore, 17 anni e 8 mesi per Vincenzo Santoro, 16 anni per Vito Castellano; 15 anni e 4 mesi per Martino Cariati;15 anni e 6 mesi per Francesco Salvato 15 anni e 4 mesi per Roberta Putrino; 13 anni e 4 mesi per Salvatore Rizzo; 12 anni per Basilio Paletta e Giovanni Spadafora, 11 anni per Palmiro Salvatore Siena, ; 10 anni ed 8 mesi per Mario Lavorato.Francesco Farao, collaboratore di giustizia, è stato condannato a 4 anni ed 8 mesi. Per tutto è stata riconosciuta l’associazione mafiosa.

Condanna ad 8 anni per l’ex sindaco di Cirò Marina Roberto Siciliani e per il fratello Nevio Siciliani (ex assessore del Comune di Cirò). Assolto  l’ex sindaco d Mandatoriccio, Angelo Donnici nonché l’ex presidente del Consiglio comunale di Cirò Marina Giancarlo Fuscaldo.

Condanna anche per Franco Gigliotti, imprenditore che opera in Emilia Romagna e originario di Crucoli Torretta. Per lui  10 anni.   Tra le assoluzioni compare il nome della nipote Maria Francesca Gigliotti. Scagionati  altri imprenditori a cui i era contestato il reato di intestazione fittizia di beni: Alessandro Albano, Domenica Cerrelli, Amodio ed Agostino Caputo, Francesco Zito, Nicola Flotta, Giuseppe Cusato, Gilda Cardamone, Teresa Clarà.  Niente condanna anche per  Domenico Cerrelli, ex vicesindaco di Casabona.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.