Operazione antidroga, arresti e denunce tra Rossano e Cosenza

Rossano – Operzione antidroga portata a termine dagli uomini del commissariato di pubblica sicurezza di Rossano. Controlli a tappeto e arresti per droga. In manette a Rossano A.G. di anni 32, perché nel corso di una perquisizione domiciliare è stata  rinvenuta occultata della sostanza stupefacente. Il denunciato ha tentato di disfarsi di altra sostanza stupefacente buttandola da un balcone.

La stessa è stata immediatamente raccolta da altro personale della Polizia di Stato che aveva circondato l’edificio. L’ausilio dei cani antidroga ha permesso di rinvenire, sempre all’interno dell’abitazione, in una stanza adibita a deposito di derrate alimentari, una macchina per il sottovuoto con i relativi involucri, contenenti tracce di sostanze stupefacenti, nonché un bilancino di precisione.

Sempre nella cittadina ionica è stata denunciata in stato di libertà C.C. di anni 53 per detenzione illegale di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Nell’effettuare un controllo amministrativo ad un circolo ricreativo del centro di Cosenza, gli uomini del questore Conticchio con l’ausilio di unità cinofile antidroga hanno effettuato una perquisizione personale a S.D. il quale, all’interno di un calzino, occultava della sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Lo stesso è stato denunciato in stato di libertà.  Aree urbane, montane e costiere vengono costantemente monitorati con l’impiego sia di personale della Questura che dei Commissariati Distaccati, della Sezione Polizia Stradale di Cosenza e reparti dipendenti, del Reparto Prevenzione Crimine Settentrionale, di Unità Cinofile della Questura di Vibo Valentia.
E’ un controllo preventivo a tutto tondo che sta portando sempre più i suoi frutti e finalizzato ad aumentare la sicurezza percepita nella popolazione.
Armi, droga, reati predatori, violazioni al Codice della Strada e monitoraggio delle aree sensibili sono gli obiettivi prefissati.
Ieri la lente di ingrandimento del Focus ha focalizzato la sua attenzione sulla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e del corretto utilizzo del telefono cellulare o di altri apparati similari da parte degli utenti della strada. Come più volte indicato la distrazione è oggi la prima causa che determina il verificarsi di incidenti mortali o che provocano lesioni permanenti, unitamente alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.
Risultati conseguiti:
– 255 persone identificate;
– 170 veicoli controllati;
– 5 esercizi pubblici e/o aperti al pubblico controllati;
– 32 posti di controllo;
– 8 violazioni legate all’utilizzo del “telefonino”
– 32 persone controllate sottoposte agli obblighi di legge.I controlli in ambito provinciale della Polizia di Stato continueranno anche nei prossimi giorni, senza soluzione di continuità. Tutta l’artivita È stata predisposta in sede di tavolo tecnico dal Questore della Provincia di Cosenza Giancarlo Conticchio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *