Occupazione permanente a Cariati per l’ospedale: Si va avanti, non un passo indietro


Il comitato del presidio popolare permanente, dopo 11 giorni di occupazione, apprende positivamente e con moderato ottimismo le parole del vice Ministro Sileri.
Durante la trasmissione Titolo V e sulla sua pagina Facebook, lo stesso, ha manifestato la volontà di riaprire l’Ospedale Vittorio Cosentino.
È un risultato importante che premia la caparbietà di tantissima gente che si sta spendendo per la causa del nosocomio cariatese.
Le dichiarazioni sono chiare:  “…strutture chiuse, come l’Ospedale di Cariati, potrebbero essere usate in questo periodo per accogliere pazienti covid a bassa intensità di cura in modo di alleggerire la pressione sul territorio, poi cosa fare con l’Ospedale di Cariati aspetterei la fine dell’epidemia perché è una risorsa….”
Chiediamo al Ministro Speranza, al Vice Ministro Sileri, alla classe dirigente del territorio, parlamentari e consiglieri regionali:
– Immediato sblocco del turn over e reintegro del personale a servizio del Punto di Primo Intervento e degli altri servizi ancora attivi;
– Inserimento nella rete ospedaliera regionale per acuti dell’Ospedale Vittorio Cosentino di Cariati;
– Revoca Piano Di Rientro.
È importante che la politica capisca lo stato di abbandono e l’assenza di servizi essenziali, come quelli sanitari, sulla costa jonica e si assuma le sue responsabilità e faccia proprie le nostre richieste.
Questi primi risultati raggiunti dalla protesta erano inimmaginabili fino a poco tempo fa.
Noi non ci fermeremo fino a quando non arriveremo al risultato più importante: l’apertura dell’Ospedale di Cariati.
Invitiamo il Vice Ministro Sileri a visitare la struttura del Vittorio Cosentino prendendo visione in persona dello stato dei luoghi.
Non è più tempo di delegare,  è tempo di agire. (Comunicato stampa)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *