Nuovo tratto SS 106. Movimento del territorio: Prossima realtà o semplice passerella?

Cari lettori, leggendo i vari comunicati stampa, da parte dell’Amministrazione comunale di Corigliano
Rossano, passando per gli On. Abate e Scutellà del M5S, dell’assessore regionale alle Infrastrutture
Domenica Catalfamo, per arrivare fino al sottosegretario Cancelleri, qualcuno potrebbe addirittura
pensare che la realizzazione della tratta della ss 106 Sibari Rossano a quattro corsie di circolazione sia
quasi per essere realizzata. Dispiace deludervi cari lettori, ma da quello che abbiamo potuto leggere in
questi giorni e da alcune dichiarazioni pare che le cose non siano proprio così.
Infatti il viceministro ai Trasporti ha ammesso che per la Sibari-Rossano a quattro corsie, metà dei fondi
non ci sono e non c’è un iter programmatico certo, senza una delibera Cipe, alla quale andrà in
discussione, forse, «alla fine del 2021».
Inoltre bisogna aggiungere che il Viceministro ai trasporti ha raggiunto Corigliano Rossano per
presentare un’opera che non rientra nel piano ( Recovery found) ed è priva al momento di una buona
parte di risorse economiche necessarie alla realizzazione.
A tutto ciò va aggiunta una riflessione, ammesso che tutti “gli ostacoli” esposti sopra vengano superati ,
bisogna comunque tenere in considerazione che occorrerà poi per legge attendere i tempi dovuti all’iter
procedurale: occorrerà aspettare i pareri del Ministero dell’Ambiente in riferimento ai diversi agrumeti
che saranno oggetto di valutazione di impatto ambientale.
Altra questione da tenere in considerazione è quella legata agli espropri non solo dei terreni ma anche
degli immobili privati di tanti cittadini poiché il tracciato proposto si sviluppa in un’area fortemente
urbanizzata.
Alla luce di tutto ciò , riteniamo che l’opera che è oggetto di discussione non sarà realizzata purtroppo
nel breve periodo e crediamo che i rappresentanti istituzionali di Corigliano Rossano dovrebbero far
sentire la loro voce per questioni molto importanti come ad esempio far rientrare tale progetto nel
Recovery fund e non limitarsi a banali passerelle politiche che altro non fanno che illudere i cittadini (Comunicato stampa).

Movimento del Territorio con Pasqualina Straface

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *