Malmenava la convivente, scattano le manette



cosenza

Personale della Questura di Cosenza ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale dell’allontanamento dalla casa familiare, emessa in ieri dal G.I.P. presso il Tribunale ordinario di Cosenza, a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di D.F.B., trentasettenne rumeno, domiciliato a Cosenza, poiché ritenuto responsabile dei reati di lesioni aggravate.

In particolare, l’uomo, già noto alle cronache giudiziarie, con condotte reiterate, minacciava e aggrediva, percuotendola, la convivente, anche in presenza della figlia della donna, cagionandole un perdurante stato di ansia e paura ed un fondato timore per la sua incolumità.
In una circostanza l’uomo, in stato di ebbrezza, aggrediva la donna colpendola con una bottiglia di birra per poi poco dopo, in un secondo momento, aggredirla nuovamente a schiaffi alla presenza della figlia minore.
Le condotte dell’uomo sono state ricostruito dal personale specializzato della Polizia di Stato che ha riferito compiutamente alla Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Capo dott. Mario Spagnuolo, che in breve ha richiesto ed ottenuto l’emissione dell’odierno provvedimento cautelare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.