Madeo, Olivo, Caravetta: La schizofrenia fotovoltaica della maggioranza, altro che Pinqua



Un atteggiamento così puerile lo registriamo solo all’interno della maggioranza consiliare Stasi che boccia le proposte dei consiglieri comunali di opposizione per poi riproporle sulla stampa e mai in Consiglio Comunale.
La proposta formalmente avanzata dal Consigliere Comunale, di Corigliano-Rossano in Azione, Francesco Madeo, e costruita unitamente al gruppo UDC- Unione di Centro, attraverso l’impegno del Coordinatore del Centro Storico Alfonso Caravetta e del Consigliere Comunale Adele Olivo, è stata sonoramente bocciata dai consiglieri comunali di maggioranza all’interno dell’ultimo Consiglio Comunale e poi riproposta dal Consigliere Comunale Pietro Mingrone, leader cittadino del bonus 110%.
La presunzione della maggioranza arriva a far perdere tempo, non tanto ai consiglieri comunali di opposizione, quanto a tutto il tessuto imprenditoriale e cittadino che lavora per intercettare i finanziamenti idonei alla riqualificazione dei borghi antichi.
Abbiamo una esigenza energetica importante all’interno della nostra Città, i costi in capo ai nostri cittadini stanno lievitando anche in virtù del conflitto Russo-Ucraino, e il nostro Sindaco gioca ancora al gioco delle “tre carte” per legittimare agli occhi dei cittadini l’esistenza della Sua Amministrazione.
Il merito della iniziativa e della proposta lo lasciamo tranquillamente all’Amministrazione Stasi, la quale necessita personalmente di restare attaccata alle poltrone, senza avere una idea futura di Città, e accogliamo con estremo entusiasmo il cambio di approccio amministrativo dell’intera maggioranza responsabile della ulteriore perdita di tempo all’intera Città di Corigliano-Rossano.
Francesco Madeo
Corigliano-Rossano in Azione
Adele Olivo
UDC – Unione di Centro
Alfonso Caravetta
UDC- Unione di Centro
comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.