Livellari e danno erariale, invito agli uffici ad attivarsi



Corigliano Rossano – «Trascorsi 10 giorni dal Consiglio comunale in Corigliano Rossano, 12 agosto 2019,  s’ informa la cittadinanza,   così come per legge, che  l’intera Assise  comunale con atto deliberativo  ha  delegato   al Sindaco ogni  responsabilità   relativa al  riordino ed alla  valorizzazione dei terreni civici. Il Sindaco ing. Flavio Stasi  assumendo integralmente  la  Delibera di Giunta  N. 7 del 2017 e considerate  le varie relazioni tecniche, le consulenze  dei professionisti e delle  imprese incaricate per redigere  il patrimonio dei terreni  comunali, dovrà entro sei mesi riferire pubblicamente delle attività svolte dall’attuale Amministrazione. Per  tale presa d’atto del Sindaco Stasi , il sottoscritto , in qualità di esponente del comitato  civico Guglielmo  Tocci,   ha inteso  recarsi presso il Municipio, sede in  Rossano centro storico, per richiedere all’ ufficio patrimonio, dirigente  Dr Antonio Le Fosse , responsabile dr Antonio Uva, se le procedure richiamate  nel ” Piano  delle alienazioni  e valorizzazione del patrimonio dell’ente”  fossero state attivate. E cioè  tutte quelle “procedure finalizzate ad accertare il reale status di” bene valorizzabile ed alienabile”  […] da parte dell’Ente, (e) adottare gli opportuni provvedimenti esecutivi ed intraprendere azioni idonee per la definizione dei rapporti con gli attuali detentori.” L’invito,  quindi, al dr. Le  Fosse nel voler espletare gli atti e le attività  richieste al suo ufficio per  poter così avanzare  con la procedura  per le eventuali legittimazioni o affrancazioni dei terreni disponibili e legalmente detenuti,  così come  previsto per legge, e determinare  così il valore medio dei terreni per conseguire il completamento della delibera  necessaria agli uffici al fine di poter procedere alla riscossione ed alle eventuali alienazioni. Si vuole ricordare alla dirigenza dell’ufficio Patrimonio, al dirigente Dr. Le  Fosse, che sono trascorsi due anni ed un semestre dalla data della Delibera   di giunta n.7  del 09.01.2017 e che tale ragguardevole tempo rappresenta sufficiente ragione per adempiere agli obblighi di legge, così come richiamati nel corpo della delibera ed esplicitati negli allegati annessi. A tal proposito si sottolinea che sono molteplici in tal senso le sentenze della Corte dei conti  delle diverse regioni interessate alla questione dei terreni civici, e nella totalità dei casi  dove si sono riscontrati ritardi ed  inadempienze si è ravvisato il  danno erariale.  I demani civici non correttamente gestiti, e la mancata riscossione  dei canoni per l’utilizzazione di terreni,  favoriscono abusi di ogni genere ai danni delle collettività locali.Con la sentenza della Sezione Giurisdizionale per il Lazio della Corte dei Conti n. 1645  del17 agosto 2010, sono stati condannati per danno erariale i responsabili del Servizio urbanistica per non aver chiesto il versamento dei canoni per l’occupazione abusiva di terreni appartenenti al demanio civico.Il comitato Guglielmo Tocci costituitosi ex legge n.18\ 2007, considerata la  necessità di  garantire la trasparenza amministrativa,  delibererà a breve,  attraverso il proprio ufficio legale,  un primo report che verrà portato all’attenzione della Corte dei conti della Regione Calabria. Si vuole così invitare gli uffici comunali ad attivarsi affinché tale procedura di danno erariale venga sin da ora scongiurata procedendo speditamente  attraverso l’ espletamento delle attività  di riscontro degli attuali detentori per  ripristinare la legalità sulle proprietà civiche. Così come espressamente  richiamato in materia di usi civici dalle tantissime sentenze della Corte costituzionale, basta in tal senso ricordare, la n.210 del 18.07.2014,  la n.143 del  2018,  la n.113 del 31.05.2018». (comunicato -Presidente del MAC, Co-fondatore del Comitato civico Guglielmo  Tocci – Alfonso Pietro  Caravetta )

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.