Liceo San Pio X. Gli studenti vincitori del concorso nazionale PRO.DO.C.S.

Corigliano Rossano – Gli alunni del Liceo delle Scienze Umane “San Pio X” tra i vincitori nel 2018 del concorso nazionale dell’associazione culturale/ONG PRO.DO.C.S. “La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani compie 70 anni. AGGIORNA – AGGIUNGI – DICHIARA», svoltosi in occasione del suo 70° Anniversario, hanno preso parte al tavolo tematico nazionale “Visioni e azioni per lo sviluppo: giovani, enti territoriali, società civile a confronto per una nuova narrazione delle questioni globali”. L’incontro si è svolto a Roma lo scorso 21 novembre; a rappresentare gli studenti della regione Calabria gli alunni Alessia Antonelli e Giuseppe Le Pera del liceo San Pio X. “L’entusiasmante incontro – così gli alunni della classe V del Liceo guidato dalla dirigente scolastica Maria Antonietta Salvati hanno commentato l’esperienza – ci ha permesso di offrire il nostro contributo al rafforzamento dei processi di dialogo e scambio tra giovani, istituzioni, enti territoriali e organizzazioni della società civile per quanto riguarda l’attuazione a diversi livelli dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e della Strategia di Educazione alla Cittadinanza Globale”. Tra le numerose attività progettuali del Liceo Scienze Umane “San Pio X” c’è il progetto “Giovani: nuovi narratori e attori della cooperazione allo sviluppo”. Gli alunni hanno redatto un percorso didattico dal titolo “Restiamo Umani Tangram” che è valso alla scuola il Premio Nazionale. Un progetto biennale, coordinato dalla docente guida Elisa Giorgio, che ha permesso agli alunni di acquisire maggiore sensibilità in termini di partecipazione giovanile alla vita sociale e politica della giovane città unica nonché darne un risvolto operativo e concreto sul territorio. Nel corso del Tavolo Regionale Calabria, svoltosi ad ottobre 2019, gli alunni del liceo hanno presentato il gioco da tavolo tematico sui Diritti Umani “Restiamo Umani Tangram” al Sindaco della Città di Corigliano-Rossano Flavio Stasi, con la richiesta ufficiale di poter celebrare, attraverso tale modalità ludica, la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani in uno dei locali della socialità giovanile del territorio. Il gioco è stato donato dagli studenti della Classe V al primo cittadino il quale si è impegnato a diffondere il prezioso strumento di sensibilizzazione tra i giovani studenti della Città di Corigliano-Rossano (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *