L’Azienda Ferraro Ottavio, fiore all’occhiello dell’imprenditoria cosentina |VIDEO



Siamo nel cuore della sibaritide, dove il profumo degli uliveti inebria l’aria già dai primi giorni di ottobre. E’ qui che nasce l’olio Ferraro 1969, prodotto biologico frutto del lavoro di due generazioni. L’azienda Ferraro è gestita dai fratelli Mario e Gaetano Dino , ma il lavoro è partito cinquant’anni fa grazie alla tenacia del papà Ottavio coadiuvato dalla consorte Guido Stella, sempre presente. Entrambi uniti da un forte senso di appartenenza affettiva all’azienda, vissuta come una vera e propria creatura.  Ancora oggi Ottavio si reca di buon mattino al frantoio.

Tutto ha inizio a contrada Foresta, comune di Acri, dove ha sede l’impresa: 70 unità lavorative, tra raccolta, lavorazione e imbottigliamento. Fatturazioni pari a circa 4 milioni di euro. Uno dei punti forti è il radicamento familiare, in eredità.

Ottavio inizia come agricoltore. L’amore per la terra e la passione per il lavoro lo inducono a crescere. Si dà vita dapprima alla realizzazione del frantoio, poi, nel 1996 si decide per il completamento del ciclo di lavorazione mediante l’attività di imbottigliamento, etichettature e marchio aziendale, e la tracciabilità della filiera.  Le piantagioni di olive dell’azienda Ferraro si estendono oltre ad Acri anche nei comuni di Corigliano Rossano, Castrovillari e Saracena. Il prodotto presenta diverse qualità come la dolce di Rossano, la cassanese, la Carolea e tante altre.  

Due le linee di produzione, la principale destinata alla produzione dell’olio Ferraro dop e biologico, la seconda linea per la lavorazione conto terzi. La clientela viene da tutto il territorio e sono in molti ancora ad appoggiarsi all’esperienza di un uomo che ha creduto nelle politiche dell’agricoltura nostrana. 

Il prodotto Ferraro è sottoposto annualmente ai controlli dell’Icea, l’istituto di certificazione etica e ambientale. Tale ente contribuisce allo sviluppo sostenibile dell’agricoltura biologica, filosofia che sposa appieno quella della famiglia Ferraro.

L’azienda  confeziona 2500 bottiglie di olio in un’ora. Ciò consente di completare un container di 20 mila bottiglie in una sola giornata di lavoro.

L’impresa è presente nei mercati nazionali e internazionali, partecipa alle più importanti fiere. Scelta strategica che, nel tempo, è risultata vincente, considerato che consente all’azienda di posizionarsi con successo nei mercati mondiali, in particolare America e Giappone. E in Europa in Germania e Francia. 

Una clientela di nicchia, lontana dalla grande distribuzione, rigidamente selezionata e lontana dalla generica concorrenza. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.