Jogale e il vento alla scuola primaria San Domenico di Rossano

 

Lo scorso giovedì 8 novembre alle ore 10:00, nel cortile del plesso della Scuola Primaria “San Domenico” dell’IC Rossano 1, l’associazione “Carpe Diem” ha offerto, gratuitamente, lo spettacolo “Jogale e il vento” messo in scena dall’associazione “Il sasso nello Stagno” nelle persone di Alfonso Sacchetti burattinaio e Piero Curia tecnico audio.

“Jogale e il vento” è uno spettacolo di burattini tradizionali a guanto, viene rappresentato per la prima volta nell’estate del 1988 ed è proprio con questa azione scenica che l’associazione “Ludoteca -il sasso nello stagno “,  partecipa a rassegne di teatro Ragazzi del panorama Nazionale: Jesi (An), Potenza , Palermo, Bologna ecc., riscuotendo sempre grande successo di pubblico e di critica. Jogale e il vento è solo uno dei tanti spettacoli di teatro di figura che l’Associazione propone sempre con il burattino di Jogale.

Spettatori della rappresentazione, questa volta, sono stati gli alunni delle Scuole Primarie del Centro Storico “G. Rizzo” e “San Domenico” e dell’Infanzia “San Bartolomeo” e “via Borghesia”. La partecipazione attiva degli alunni ha reso lo spettacolo oltremodo significativo ed esilarante. La storia di Jogale, infatti, drammatizzata magistralmente da Alfonso  e Piero, non ha solo divertito il “piccolo” e “grande” pubblico, ma ha costituito una valida offerta pedagogica basata sull’ironia che stimola le “competenze sociali e relazionali” fondamentali per sviluppare autoconsapevolezza, gestione delle emozioni, pensiero critico, pensiero creativo ed empatia. Un grazie di cuore dal Dirigente Scolastico dell’IC Rossano1, prof. Antonio Franco Pistoia, al dott. Salvatore Aloisio, presidente dell’associazione “ Carpe Diem”, promotore di questa iniziativa e tante altre come la Schola Cantorum che presto vedrà impegnati gli alunni delle classi terze, quarte e quinte del plesso “San Domenico” per l’intero anno scolastico.
È il caso di sottolineare l’importanza dei rapporti tra scuola-associazioni-territorio tesi a stimolare scambi di idee e conoscenze soprattutto in un periodo storico come il nostro in cui la scuola dispone di risorse sempre più esigue.

(comunicato stampa)

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.