Incendi boschivi: si coinvolga l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali



Sulla questione incendi interviene anche la federazione regionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali. Che chiede alla Regione Calabria l’istituzione di un tavolo tecnico permanente di discussione. I Dottori Agronomi e Forestali sono quelle figure più adatte, insieme a geologi e pianificatori del territorio, per gestire al meglio il territorio montano. Ma sono scarsamente considerati dalle Istituzioni. E se i risultati della gestione dei nostri boschi sono quelli cui purtroppo siamo costretti ad assistere oggi, un motivo ci sarà. Ed è correlato proprio a questo. Il Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Cosenza, Francesco Cufari, insiste sull’importanza della prevenzione: «Per contrastare gli incendi boschivi occorrono non solo maggiori e migliori investimenti per la lotta attiva (attività di spegnimento); ma anche investimenti nella prevenzione, con campagne di educazione e sensibilizzazione, con realizzazione di opere specifiche (viali parafuoco, invasi per l’acqua), con la manutenzione della viabilità forestale e rurale, con la gestione attiva delle superfici forestali, con l’applicazione di pratiche agro-pastorali corrette (diradamenti, pulizia del sottobosco)». Ed esorta tutti i Comuni calabresi a mettere in pratica il catasto delle aree boschive percorse dal fuoco, al fine di evitare speculazioni. Oltre all’adozione dei Piani di Gestione Forestali. Cosda che compete ai Comuni. Quanti Comuni del nostro territorio lo hanno già fatto?

(fonte: La Provincia di Cosenza)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.