Il partito democratico esprime soddisfazione per la vicenda giudiziaria del centro polivalente di Insiti

La notizia della sentenza di primo grado, emessa dal giudice civile del Tribunale di Castrovillari dott. Spina, in merito alla domanda di usucapione avanzata da alcuni cittadini sull’impianto sportivo di Insiti, è accolta con piacere dal Partito Democratico di Corigliano Rossano perché questa sentenza lancia, in un momento critico come quello attuale, un forte segnale di legalità e restituisce alla nostra città un pezzo importante del suo patrimonio immobiliare.

Palazzetto Insiti

Era una ferita del territorio, un vero colpo al cuore, vedere il centro polivalente, nato negli anni ottanta con la volontà di voler unire nello sport le due città, trasformato in un campo agricolo e deposito di mezzi privati. Oggi tiriamo un sospiro di sollievo nell’apprendere che, finalmente, ritorna una res publica, ritorna in possesso della comunità coriglianorossanese.

Esistono però ancora lati poco chiari in questa vicenda su cui il PD chiede di fare chiarezza. Apprendiamo con sgomento che l’iniziale costituzione in giudizio dell’ente, di diversi anni addietro, è stata scarsamente sostenuta e che durante la vertenza siano spariti o non prodotti atti importanti o che qualcuno si sia potuto vendere la partita.

Un plauso all’Amministrazione e all’avvocatura comunale per il risultato raggiunto che va difeso fino alla definitiva acquisizione del complesso immobiliare.

Complesso immobiliare che oltre ad avere un valore economico di circa 20 milioni di euro è area strategica poiché baricentrica e rappresenta un segno importante per il consolidamento della fusione delle due città. Infatti nell’area di Insiti, su cui insiste il centro polivalente, si sta costruendo il nuovo ospedale della sibaritide, sulla S.S. 106 è stata costruita una importante rotatoria e nel PSA è prevista una nuova stazione ferroviaria a servizio di quest’area, è previsto l’ammodernamento della SP 195 che congiunge la vecchia 106 con la nuova, la legge istitutiva della città di Corigliano Rossano ha individuato proprio in quest’area il centro per la nuova cittadella comunale.

Ecco perché l’immobile deve essere definitivamente acquisito e quindi recuperato e trasformato, ad esempio, in centro di servizi baricentrico alla città unica, conseguendo contemporaneamente due risultati: restituirlo alla comunità a consumo zero del suolo.

Tutto il Partito Democratico, confidando in ulteriori risultati di legalità di cui se ne sente forte il bisogno, sarà a fianco delle Istituzioni e di chiunque intende stare, senza ambiguità, contro l’illegalità e il malaffare impegnandosi attivamente e costantemente in iniziative e proposte utili a raggiungerli.

Il segretario del circolo di Corigliano Rossano Francesco Madeo

comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *