Il ministro Alberto Bonisoli in città sfoglia il Codex Purpureus

bonisoli

La suggestiva cornice del centro storico di Corigliano Rossano, dove l’arte e la storia bizantina sono ancora visibili e segnano un’indelebile traccia nella storia locale, ha caldamente accolto il Ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli.  Nel Museo Diocesano e del Codex, alla presenza delle alte cariche civili, militari e religiose, il Ministro ha sfogliato il prezioso evangeliario greco miniato del IV secolo riconosciuto dall’UNESCO patrimonio dell’umanità nella categoria “Memory of the World”.

La cerimonia è ormai divenuta un appuntamento importantissimo per dare lustro al prezioso volume. La teca che contiene il Codex Purpureus Rossanensis è stata aperta e il libro è stato sfogliato dal Ministro. Nel pomeriggio, prima di procedere verso il Museo, Bonisoli ha sostato qualche minuto davanti l’icona dell’Achiropita nella cattedrale.

Nel corso dell’incontro, al quale erano presenti anche l’Arcivescovo di Rossano-Cariati Mons. Giuseppe Satriano e il Commissario prefettizio di Corigliano Rossano Domenico Bagnato, si è registrato un interessante dibattito dal quale è emerso il forte legame tra il territorio e lo Stato, così come l’opportunità straordinaria offerta dal Codex quale volano di sviluppo di un territorio ricco di storia e di cultura.

Antonio La Banca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *