Fusione. Stasi contro il doppiogiochismo dei sindaci. Al via la campagna



Rossano- La fusione dal basso: parte la macchina referendaria che vede in prima piano Flavio Stasi, giovane movimentista in grado di giungere alle precedenti elezioni a un passo dalla sindacatatura a Rossano. Nella tarda mattinata si è tenuta una conferenza stampa alla quale ha preso parte ancheDaniele Torchiaro e Anna Rita Cicoli. Rete fitta: l’area movimentista sarà presente in tutti i quartieri di Rossano e di Corigliano al fine di spiegare il progetto e, soprattutto, l’efficienza del progetto di fusione in materia di decentramento attraverso la costituzione dei municipi elettivi.
Se dovesse vincere il Si niente tempi lunghi, i necessari adempimenti e poi subito alle elezioni.
Il riferimento è a quella classe politica che tende ad allentare per evidenti interessi. Tra gli obiettivi : i vecchi personaggi che per anni hanno dominato lo scenario politico e che sono attualmente spalmati tra i Si e i No. Inizia dunque la vera campagna elettorale per Stasi e compagni che destina una vera e propria prima stoccata proprio ai due sindaci Giuseppe Geraci e Stefano Mascaro tendenzialmente con atteggiamenti doppiogiochisti sul tema fusione.
Daniele Torchiaro si è soffermato sui benefici in termini di finanziamenti, tributi, in particolare il fondo destinato al processo delle fusioni è disponibile e pronto per l’utilizzo. Chi dice il contrario mente. Tra le priorità: i centri storici.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.