Fusione, le ragioni del SÌ per un Futuro da Protagonisti



FUSIONE, LE RAGIONI DEL SÌ PER UN FUTURO DA PROTAGONISTI. – È, questo, il titolo del nuovo momento di confronto pubblico in vista dell’appuntamento referendario di DOMENICA 22 OTTOBRE, promosso dal Comitato FRASSO AMARELLI – S.IRENE INSITI.

 

L’iniziativa, che si inserisce nel quadro del consolidato impegno di promozione sociale e culturale del sodalizio cittadino, ambisce a rappresentare un contributo prezioso rispetto alle opportunità della storica fusione tra le città di CORIGLIANO e di ROSSANO. – Si svolgerà domani MERCOLEDÌ 18 OTTOBRE  alle ORE 18.30, nella Sala Convegni della SOVATEM, in via Ugo GIGLI, in Contrada AMARELLI.

 

L’Area Urbana – dichiara Mario SMURRA, vicesegretario nazionale FNA (Federazione Nazionale Agricoltori) – rappresenta già da moltissimi ed importanti punti di vista una realtà unitaria, il cui valore aggiunto è spiegato proprio dal rapporto di interazione tra le due rispettive popolazioni. La fusione anche delle due istituzioni democratiche – prosegue – sarà chiamata di fatto soltanto a prendere atto di una condivisione effettiva e quotidiana delle due opinioni pubbliche, degli imprenditori, degli intellettuali, delle associazioni, delle famiglie e soprattutto dei giovani delle due città che non conoscono alcuna divisione e che dovrebbero essere guardati con maggiore attenzione. È per queste ragioni – conclude SMURRA – che siamo fiduciosi che la stragrande maggioranza dei rossanesi e dei coriglianesi, attraverso il Sì convinto al Referendum, sapranno scegliere di essere i protagonisti di una nuova stagione unitaria di superamento di inutili municipalismi e di crescita da tutti i punti di vista.

 

Nel corso della manifestazione saranno illustrate e spiegate diverse esperienze di successo nel panorama nazionale. – Oltre a SMURRA, coordinati da Lenin MONTESANTO interverranno il Sindaco Stefano MASCARO, l’on. Giuseppe GRAZIANO, il coordinatore del Comitato 100 Associazioni Amerigo MINNICELLI e gli imprenditori Fortunato AMARELLI, Luigi MARINO e Antonio MONACO.

(fonte: comunicato stampa)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.