Forno crematorio, funzionamento e impatto ambientale |VIDEO

Un “tempio crematorio” nella Sibaritide-Pollino. È questa la proposta che ha interessato il Comune di Civita, tra i borghi più caratteristici della Calabria, dove, dopo un primo assenso di massima, il Consiglio comunale ha deliberato l’avvio di una fase esplorativa. Non sono mancate le proteste, con tanto di petizione promossa da un comitato spontaneo, e le divisioni. E’ questo il tema trattato nella 144esima puntata di Talking:  un focus sulla realtà imprenditoriale attraverso l’intervista a Silvano Urciuoli, responsabile commerciale della società Araba Fenice proprietaria del “tempio crematorio” di Carpanzano.

Guarda anche

Civita e il patrimonio da tutelare, la posizione del comitato contro l’impianto di cremazione

Tempio crematorio a Civita, Tocci: revoca per rispetto di tutti i cittadini

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *