Fondo fusioni. Minnicelli: propaganda negativa a vantaggio delle forze NO FUSIONE



Amerigo Minnicelli

Corigliano Rossano – Amerigo Minnicelli: Qualcuno che gioca da “prof.” ha fatto i conti in tasca alle previsioni di riparto del Governo, affermando che ci sarà lo scippo del 60% del Contributo ai Comuni fusi nel 2018 e seguenti… essendo le somme già stanziate insufficienti a coprire il promesso fabbisogno. Se fosse una programmazione solo per le future fusioni, ci sarebbe poco da dire ma riguardando in parte anche comuni che hanno messo a Referendum approvato la scelta di fondersi, la revisione in peius di tale beneficio non è né corretto, né legittimo.

GOVERNO LADRO.

Questo ci apre sia l’unico argomento serio che dobbiamo sostenere contro tale provvedimento. Infatti a nulla serve dire che il Governo “risparmierebbe” solo lo 0,004 del bilancio e che quindi potrebbe fare a meno di tale risparmio. Questa sembra piuttosto una ragione da questuanti quali non siamo mai stati in quanto il procedimento di fusione di Corigliano Rossano è stato formalmente avviato nel 2014 quando il contributo era indicato nella metà di quello attuale. Oggi il Governo lo vorrebbe ancora più ridotto.

Sotto altro profilo, tale disposizione è una insperata “manna” per le forze del NO Fusione, tutt’altro che isolate e oggi presenti in forze nel nostro Comune dentro e fuori dell’Amministrazione. Senza contare gli altri “professori” di Rende che sostenevano “conti alla mano” i maggiori debiti e gli imbrogli di Rossano a danno della ricca Corigliano… auspicando così il fallimento per l’unione… Invece all’esito del referendum si è dimostrato che la gente ragiona e a quello del bilancio unico si è dimostrato che i “professori” dicevano solo balle. Ciò non toglie che nemici potentissimi esistono tra i Parlamentari cosentini e nostrani (passando per qualche ex sindaco già onorevole). Essi non solo non si rassegneranno alla nostra crescita ma c’è da dire che sono stati determinanti per l’esito elettorale …

Oggi se riescono a toglierci l’OSSIGENO del contributo statale per i prossimi 10 anni, per un verso azzoppano questo Sindaco da subito e per altro verso gli fanno toccare con la mano con chi ha a che fare e chi comanda sul serio. Quelli del M5S, come sempre presi da loro stessi… tacciono.

È altrettanto sicuro, però, che Flavio Stasi non potrà non fare finta di niente e dovrà fare sentire la propria voce magari dalle stesse colonne di quel Sole 24 Ore che non deve essere utile solo come scendiletto per la conquista dell’area ex Centrale Enel.

Noi saremo collaborativi sempre, ma tenendo bene gli occhi aperti.

Il Sindaco, proprio su queste materie, rischia molto, già dai primi passi (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.