Fondi fusioni. De Patto (CCI): Che si faccia un emendamento per aumentare la dote



novelli


Corigliano Rossano – Pamela De Patto
Coordinamento Giovani CCI: In riferimento alle ripartizioni dei fondi 2019 per i comuni fusi, va subito chiarito, in merito agli equivoci che si sono determinati in queste ultime ore, che la legge di bilancio 2018 aveva disposto un ulteriore incremento delle risorse finanziarie destinate alla concessione dei contributi per le Fusioni dei Comuni, di un importo pari a 10 milioni annui a decorre dal 2018. Ci aspettavamo due milioni di euro e non 845.000 euro, previsti e non assegnati. Risulta penalizzante, dunque, per la città di Corigliano-Rossano doversi paragonare con realtà che hanno uno storico e dunque una premialità rispetto a noi, a queste infatti le verrà assegnato una maggiorazione del 4% incrementato per ogni anno di anzianità. Il punto più controverso rispetto all’erogazione dei contributi per il 2019 è che il Ministero dell’interno non ha adeguato la dotazione finanziaria all’accresciuto numero delle fusioni, determinando come effetto un taglio considerevole ai finanziamenti che i comuni fusi si attendevano in termini di contribuzione decennale. La strada da seguire è presentare un emendamento, da parte dei nostri deputati locali del M5S, che preveda l’aumento della dotazione finanziaria dei comuni fusi e poi sollecitare la Regione Calabria, da parte del sindaco appena eletto, affinchè possa fissare gli incentivi per i propri comuni fusi, ad un anno dalla fusione il presidente Oliverio non ha fissato un bel niente! Bisogna essere costruttivi e cercare i percorsi migliori da intraprendere altrimenti c’è il rischio di immobilismo e di decrescita attendiamo grandi risposte per far decollare la nostra grande città (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.