Evasione, assolto pluripregiudicato perché il fatto non sussiste

Mirto Crosia – Si è concluso martedì scorso, con una sentenza di assoluzione, il processo a carico del 46enne F.L., pluripregiudicato di Mirto Crosia, accusato del reato di evasione e difeso di fiducia dall’avvocato penalista Raffaele Meles.

Avv. Raffaele Meles

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per i reati di rissa, oltraggio a pubblico ufficiale, lesione personale, percosse e maltrattamenti, era stato tratto in arresto nella nottata del 12 dicembre 2019 dai Carabinieri della locale Stazione con l’accusa di essersi più volte allontanato dal luogo in cui stava scontando una pena in regime di arresti domiciliari.

Processato con il rito della direttissima, all’udienza di convalida dell’arresto la difesa aveva chiesto e ottenuto dal Gip la sostituzione della misura detentiva inframuraria con quella degli arresti domiciliari. Avverso tale procedimento la Procura aveva proposto appello dinanzi al Tribunale di Catanzaro che, accogliendo anche le tesi difensive, aveva confermato la decisione del Gip.

Nel corso del processo, durante il quale erano stati escussi i testi indicati dalle parti, all’esito dell’istruttoria dibattimentale la pubblica accusa, dopo aver ripercorso il profilo criminale e pericoloso dell’uomo ed aver sottolineato come le prove raccolte fossero più che sufficienti a dimostrarne la colpevolezza, aveva chiesto la condanna ad un anno ed un mese di reclusione. L’avvocato difensore Raffaele Meles, invece, aveva rimarcato come dal processo fosse emerso che l’uomo non si era mai allontanato dal luogo di detenzione, sostenendo quindi il mancato raggiungimento della piena prova di colpevolezza e concludendo con una richiesta di assoluzione. Richiesta totalmente accolta dal Giudice, il quale ha assolto l’uomo con la formula “perché il fatto non sussiste” (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *