Estorsione e schiaffi dopo un sinistro stradale. Un arresto a Corigliano Rossano

Nella serata del 17 novembre gli uomini della Squadra del Commissariato di Corigliano-Rossano, nel pieno rispetto dei diritti dell’indagato, dal momento che lo stesso è da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento e fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile, al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito, hanno tratto in arresto per il reato di estorsione un trentaquattrenne residente nel comune di Corigliano-Rossano gravato da numerosi precedenti.

corigliano rossano

Il Commissariato di P.S. di Corigliano Rossano

L’attività investigativa è scaturita nei primi giorni del mese di novembre quando la vittima ha presentato presso gli Uffici del Commissariato di P.S. di Corigliano Rossano una denuncia querela nei confronti dell’odierno indagato a seguito di un preteso risarcimento danni causato da un sinistro stradale tra i veicoli dei due soggetti coinvolti. Nonostante che non vi fosse nessun danno visibile, nella pretestuosa richiesta di denaro, inizialmente per alcune migliaia di euro poi ridimensionati a qualche centinaio di euro, il trentaquattrenne iniziava a perseguitare la vittima con continue minacce di morte ed intimidazioni, concludendosi poi, nei giorni seguenti in azioni violente mediante l’uso di schiaffi che causavano il ricorso alle cure mediche. L’attività di Polizia si è conclusa inoltre con le contestazioni al codice della strada per importi di migliaia di euro poiché l’odierno indagato conduceva la propria autovettura con patente revocata e senza la prescritta revisione, incurante e sprezzante delle regole che l’hanno visto qualche giorno prima, essere sanzionato per le medesime violazioni. Alla luce degli elementi di reità raccolti ed in considerazione dei precedenti di Polizia, l’uomo è stato tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Castrovillari a disposizione dell’autorità Giudiziaria. (cosenzachannel.it- Antonio Clausi) 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *