Enel-sindacato, incontro sulle maestranze: prossimo l’avvio di nuovi lavori

Vertice Enel-sindacati sui lavori di smobilitazione del sito energetico di Contrada Cutura. Per fine mese si procederà alla scoibentaizone della sala macchine che si traduce in posti di lavori per quelle maestranze che si sono ritrovate fuori dall’indotto e che, a fasi alterne, hanno protestato nei pressi della centrale nei mesi scorsi. Per queste maestranze, dunque, si aprono buone prospettive: per loro almeno un anno di lavoro. Al tavolo con i dirigenti Enel c’erano, in modalità mista per via delle prescrizioni Covid: Andrea Ferrone (Cgil), Giuseppe Lavia (Cisl), Luciano Campilongo (Uil). In via di definizione anche la redazione di un protocollo che tiene conto anche dei periodi formativi a cui le maestranze locali dovranno essere sottoposte per alcune tipologie di attività articolate e complesse. Enel dal canto suo ha manifestato tutta la disponibilità ad affrontare ogni singola tematica.

Defilato l’atteggiamento dell’Amministrazione comunale

La riunione era incentrata sui temi ordinari di sola demolizione della parte che attiene la ex produzione ad olio combustile quindi i quattro gruppi (due dei quali già rimossi) e lo smontaggio delle ciminiere, oltre allo svuotamento delle vasche. Ma è sul futuro che si gioca la vera partita, su questo versante importante è il ruolo dell’amministrazione comunale in carica il cui atteggiamento appare leggermente defilato. Enel punta al mantenimento dei turbogas e a investire sull’energia alternativa. Per alcune sigle sindacali, invece, occorre una proposta ben più corposa, eco-compatibile, che dia vantaggi anche occupazionali al territorio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *