Elezioni a Trebisacce, Latronico: «Non sono la controfigura di qualcuno».

Non sono la controfigura di qualcuno, ho una storia personale ben nota e trasparente e non mi candido per rappresentare la continuità degli amministratori uscenti, ma perché credo nelle potenzialità che Trebisacce può esprimere. E’ in questi termini che la Dr.ssa Loredana Latronico ha inteso “chiarire” attraverso una comunicazione ufficiale le motivazioni che l’hanno spinta a candidarsi a Sindaco per il Fronte Progressista. “Siamo alle Elezioni del 2022, – ha scritto la Dr.ssa Latronico per smentire le voci circolate in questi ultimi giorni – nella comunità c’è aria di nuovo, c’è fermento, ci sono 5 ipotetiche candidature e tra queste c’è la mia, accompagnata da un gruppo di persone che ha idee, progetti e tanta voglia di fare e mi sono messa in gioco perché un gruppo di professionisti, rappresentanti di forze politiche, associazioni e comuni cittadini, credendo nelle mie capacità e potenzialità, mi hanno chiesto di rappresentarli in questa nuova tornata elettorale. Con onore, – ha scritto ancora Loredana Latronico – pur sapendo di dover rinunciare alla mia vita normale, di ricevere critiche, illazioni e finte verità ho ritenuto di farlo non “per autoreferenzialità, per mania di protagonismo o per altro”, come ha detto qualcuno… ma solo per dare un contributo al bene comune, per confermare la centralità territoriale di Trebisacce, consapevole – ha aggiunto la Latronico rivendicando la propria coerenza e la propria libertà di pensiero – di ciò che sto facendo e con la  certezza che il mio esserci è libero e le “mie caviglie” sono libere da catene e nessuno, perciò, mi può far passare come se fossi alla mercè di qualcuno…”.

Loredana Latronico

Dopo aver declinato le proprie generalità e ricordato i propri genitori e il proprio nucleo familiare, la Dr.ssa Latronico, Funzionario del Ministero dell’Interno quale Segretario Capo dei Comuni di Villapiana e Spezzano Albanese, ha inteso tornare a smentire presunta continuità e sudditanza con l’ultima consiliatura, confermando di rappresentare un nuovo gruppo di persone nuove che hanno le proprie idee e tanti progetti da realizzare. “Quale donna e mamma – ha aggiunto la candidata-sindaca di Trebisacce – penso a ciò che si può fare a favore dei tanti giovani trebisaccesi come mio figlio che da qui a poco dispiegheranno le ali per volare verso altri luoghi e questo io non voglio che accada ma voglio pensare anche agli anziani che hanno bisogno di servizi e di assistenza”. Entrando infine nello specifico del rapporto che si intende intrattenere con gli amministratori uscenti, la Dr.ssa Latronico ha ribadito di non voler rappresentare “il passato” ma di voler adoperarsi, con l’aiuto di tutti, per realizzare un futuro migliore e una città bella, moderna e tranquilla partendo comunque da quanto è già stato fatto. “Ciò che è stato fatto nelle passate legislature – ha infatti precisato la dr.ssa Latronico – è stato fatto realizzando i propri programmi e ciò che è stato fatto negli ultimi 20 anni non può essere cancellato con un colpo di spugna solo perché è stato fatto da altri. Sarebbe da incoscienti e irresponsabili…  Opere, lavori, interventi si potranno migliorare sicuramente, renderli agibili e fruibili affinchè non rimangano come cattedrali nel deserto, ma ormai ci sono, hanno una loro identità e nessuno può cancellarli…E’ per questo – ha concluso la Dr.ssa Latronico – che invito tutti a guardare avanti, ad andare oltre con la consapevolezza che ognuno di noi è diverso dagli altri, ha una propria sensibilità, una propria etica  e una propria morale. Guardiamo perciò al futuro con più ottimismo e lavoriamo per rendere migliore il futuro nostro e dei nostri figli. Volgiamo tutti lo sguardo verso il sole e che – ha concluso la Dr.ssa Latronico – questo tempo così grigio non influenzi e intristisca le nostre menti”.

Pino La Rocca

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *