Distretto di Polizia. Tansi:«Necessità rivisitazione degli assetti organizzativi»

Carlo Tansi

La reiterata richiesta del SIULP di elevare il  Commissariato di P.S. di “Corigliano-Rossano” a Distretto di Polizia si giustifica in maniera, inequivoca ed obiettiva, alla luce delle condizioni di sicurezza che si dovranno assicurare su un territorio di 346,56 kmq (il più esteso dei  Comuni calabresi ) ed in una città policentrica che con 77.128 abitanti è la terza realtà urbana della regione.
Un territorio vasto ed articolato, con un porto commerciale d’importanza strategica, attività agricole e turistiche tra le più produttive della regione ma che negli ultimi anni ha visto proliferare attività criminali sempre più organizzate e spietate, fortemente collegate alle organizzazioni ‘ntranghetistiche. Basti osservare che solo nel 2019 i poliziotti del Commissariato hanno effettuando circa 100 arresti.
“A  fronte di tale situazione auspico – ha dichiarato Carlo Tansi – che nella necessaria prossima rivisitazione degli assetti organizzativi degli Uffici Centrali e Periferici del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, prevista con l’entrata in vigore del d.lsg n.95/2017, sia istituito il Distretto di Polizia di Rossano-Corigliano, con una dotazione organica in grado di assicurare il Controllo del Territorio, l’Ordine Pubblico ed il concreto contrasto alle attività criminali”.  (comunicato)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.