Diocesi Cassano. Maggio, maratona di preghiere e messa per Don Carlo De Cardona

Mons. Francesco Savino

Il Mese di Maggio, sarà dedicato ad una “maratona” di preghiera in  compagnia di Maria, donna dell’aurora e madre del coraggio.
L’iniziativa, voluta da Papa Francesco, coinvolgerà trenta Santuari del mondo e
desidera invitare i fedeli, le famiglie e le comunità alla preghiera del Santo Rosario
perché, in questo tempo pandemico, il cuore e lo sguardo di tutti si convertano.
Anche noi in Diocesi vogliamo promuovere in Cattedrale e nei santuari mariani la recita del Santo Rosario da me guidato, ALLE ORE 19:00, secondo il seguente calendario:
LUNEDÌ 3 MAGGIO: Santuario della Madonna della Catena – Cassano all’Jonio
LUNEDÌ 10 MAGGIO: Santuario della Madonna della Nova – Rocca Imperiale
SABATO 15 MAGGIO: Santuario della Madonna del Castello – Castrovillari
LUNEDÌ 17 MAGGIO: Santuario della Madonna delle Armi – Cerchiara
GIOVEDÌ 20MAGGIO: Santuario Madonna dello Spasimo o delle Cappelle –Laino
Borgo
SABATO 29 MAGGIO: Basilica Cattedrale – Cassano all’Jonio
La recita del rosario sarà trasmessa in diretta streaming sui canali social Youtube e Facebook della Diocesi.
Inoltre in ricordo di don Carlo De Cardona a 150 anni dalla sua nascita, Martedì 4 Maggio 2021, nella Chiesa Maddalena in Morano Calabro la sua città nativa , sarà celebrata una Messa presieduta da Mons. Francesco Savino, Vescovo di Cassano All’Ionio, a seguire il direttore dell’Ufficio per lo Sviluppo Integrale della diocesi Domenico Graziano, terrà una relazione sul tema: “Cosa ci direbbe oggi don Carlo”
Don Carlo De Cardona, sacerdote nato a Morano Calabro il 4 maggio 1871, è stato l’apostolo della redenzione sociale dei contadini e dei lavoratori calabresi. Figura di primo piano del movimento cattolico in provincia di Cosenza e sulla scia della Rerum novarum, ha dato vita alla Lega del lavoro. Antesignano e fondatore delle Casse rurali. Un sacerdote del suo tempo, dalla parte e in difesa della povera gente. Oggi, tante fondazioni antiusura sono intitolate al prete moranese. Il suo intenso apostolato favorì e diede impulso per una significativa presenza dei cattolici nell’agone sociale e politico.
comunicato stampa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *