Crosia piange la scomparsa del luogotenente Loria. Allestita camera ardente nella sala consiliare di Mirto

CROSIA  – La comunità di Crosia piange la perdita del luogotenente Salvatore Loria. Per un ventennio (1993/2013) è stato alla guida della Stazione carabinieri di Mirto. Un legame viscerale, il suo, verso la terra traentina che lo portò a trasferirsi stabilmente, insieme alla sua famiglia, nella nostra comunità e a rimanerci anche dopo il suo concedo dall’attività militare. Oggi ci lascia un servitore fedele dello Stato che ha speso il suo nobile servizio in questo territorio.

È quanto riferisce il sindaco di Crosia, Antonio Russo, dopo aver appreso la notizia della scomparsa del Militare, conosciuto e stimato cittadino di Crosia.

«C’è stato un filo conduttore stabile tra i cittadini della nostra città e il luogotenente Loria. Persona attenta, affidabile e sempre presente nella vita sociale di Crosia Mirto. Lo ricordiamo spesso nel confronto quotidiano con la gente, impegnato in modo fermo e deciso nella lotta alla criminalità con il solo obiettivo di restituire sicurezza e serenità agli abitanti di questo territorio così eterogeneo e complesso. Se ne va una persona perbene, un galantuomo d’altri tempi. Alla moglie, ai suoi figli, a tutta la sua famiglia porgiamo il nostro messaggio di cordoglio e di vero dolore per una scomparsa importante».

Per la sua grande popolarità, per rendere onore ai vent’anni di servizio compiuti nella Stazione dei Carabinieri di Crosia Mirto, ininterrottamente dal 21 gennaio 1993 al 30 giugno 2013, per rendere onore ad un uomo amico della comunità traentina, il Sindaco ha messo a disposizione dei familiari la sala consiliare della delegazione comunale di Viale della Repubblica a Mirto dove sarà allestita la camera ardente, così che tutti i cittadini, nel rispetto delle norme anti-covid, possano rendere omaggio al Luogotenente Salvatore Loria (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.