Crosia. Area antistante l’ex depuratore dissequestrata

Crosia. Il Tribunale  di Cosenza annulla il Decreto di convalida di sequestro operato da personale di Polizia Municipale del comune di Crosia di un’area antistante l’ex depuratore comunale. Il provvedimento riguardava opere edilizie consistenti: un container metallico amovibile poggiato sul suolo, una casetta in legno, la messa in opera di betonelle a secco. La Polizia giudiziaria rilevava che la zona era soggetta a vincolo sismico, geologico di inedificabilità e ravvisava violazioni in quanto i lavori erano stati realizzati in assenza di titoli autorizzativi.

Alla luce dei fatti, il Tribunale del riesame di Cosenza, accogliendo integralmente le argomentazioni della difesa (avvocati Rocco Berardi e Domenico Runco), annulla il Decreto di convalida emesso dal P.M. presso il Tribunale di Castrovillari e dispone la restituzione di quanto in sequestro agli aventi diritti a cura della Polizia giudiziaria che ha proceduto al sequestro.
 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *