Cropalati: Apocalisse e modernità, excursus storico sul Novecento

Cropalati – I relatori

Excursus storico sul Novecento, un viaggio di approfondimento sul tema dell’Apocalisse e la modernità. Il cartellone estivo di Cropalati ha ospitato un nuovo suggestivo evento con una interessante lectio magistralis dello storico prof. Giuseppe Ferraro. L’evento, moderato dalla consigliera delegata alla cultura prof.ssa Michela Boccuti, ha avuto inizio con Nassiria, uscito dalla penna di Pietro Toscano, un brano musicale che descrive le atrocità apocalittiche vissute dai carabinieri morti a Nassiria, durante la guerra d’Iraq.

Cosa avrebbe a che fare l’Apocalisse, ha affermato la consigliera, con la leggerezza delle sere di agosto? Apparentemente nulla, tuttavia apocalisse è la metafora più usata per descrivere le cose del mondo che ci circonda.  Apocalisse significa rottura, cesura, fa immediatamente venire in mente i quattro cavalieri dell’apocalisse guerra, fame, morte e malattia, guerrieri che, tranne quello della guerra, almeno nell’emisfero occidentale, ma nulla toglie che si possa presentare, considerato quello che sta succedendo in Afghanistan, ce li abbiamo tutti davanti.

I saluti istituzionali affidati al sindaco, Luigi Lettieri e al vice sindaco, Antonio Falcone. L’assessore Maria Rosa Salvati che ha fermamente voluto l’evento ha ringraziato il presidente dell’associazione Opus, che ha contribuito all’allestimento. Il prof. Ferraro si è soffermato su due categorie di particolare interesse storico, fondamentali per avere una chiave di lettura per comprendere le più importanti vicende storiche del XX secolo e i suoi riflessi sul nostro presente. Un approccio socio-culturale, quello del relatore, che ha permesso di connettere i grandi eventi ai vissuti di uomini e donne che hanno segnato la storia contemporanea.  La serata è stata allietata dai brani e dalla musica dei maestri Pietro Toscano e Franco Filippelli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *