Covid. 15 nuovi contagi oggi sullo Jonio, di questi 6 a Corigliano Rossano e 2 a Cassano. Problemi con i tracciamenti

campagna

Corigliano Rossano – Sono 15 i nuovi contagi registrati oggi sullo Jonio. A fare il punto, nel consueto aggiornamento quotidiano sui social, è il dott. Martino Rizzo, responsabile del Distretto Igiene e Prevenzione ex As3:
Incominciamo a perdere la testa.
Stasera, per la prima volta dall’inizio della pandemia, non siamo riusciti a tracciare i nuovi casi. Sebbene meno di ieri, i 15 casi di oggi sono diventati un impegno troppo grande, non avendo riferimenti se non il nome, la data di nascita e la città. Domani continueremo, con la collaborazione dei Sindaci, ma l’impresa sta diventando quasi impossibile.
I nuovi casi sono distribuiti a Corigliano-Rossano ( 6, di cui 4 tracciati), mentre gli altri sarebbero a Mirto, Cassano, Longobucco, Trebisacce, Scala Coeli. Il SAREBBERO è d’obbligo, perché deve essere verificato la corrispondenza tra la citta di nascita, quella di residenza e l’ultimo domicilio (che è quello che ci interessa per individuare i contatti). E quandi riferisco qualcosa devo essere certo di quanto affermo.
Tra ieri e oggi abbiamo monitorato due scuole. I risultati presumibilmente giovedì.
Non vi dico neanche di due guariti a Corigliano-Rossano: faccio loro, e alle loro famiglie, gli auguri, ma il bilancio odierno resta a nostro sfavore.
Nulla più, non vorrei sbagliare qualche termine e meritarmi le critiche di qualcuno.

Sempre sui social, il sindaco di Cassano all’Ionio, Giovanni Papasso, comunica i due nuovi casi nel territorio comunale:
Purtroppo, sono costretto a comunicare una notizia negativa.
Gli organi dell’ Asp mi hanno informato che ci sono due nuovi POSITIVI.
Si tratta di due signore: una residente a Cassano centro e l’ altra residente alla C.da Corsi di Sibari.
Entrambe sono da più settimane ricoverate presso una clinica di Laurignano.
Alle signore gli auguri affettuosi di una pronta guarigione.
A tutti la vivissima raccomandazione di rispettare le norme di protezione dal coronavirus.
Manteniamo la calma, rinunciamo ad inutili polemiche.
Evitiamo assembramenti.
Indossiamo sempre la mascherina.
Collaboriamo tutti per la tutela della nostra salute e quella dell’intera cittadinanza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.