Cosenza. Un osservatorio per contrastare il Mobbing



Cosenza – Oggi durante un’assemblea dei lavoratori dell’Ufficio Scolastico di Cosenza con la RSU e le sigle sindacali, la UILPA ha presentato ai lavoratori il progetto “NO BOSSING, NO MOBBING”. Questo
nuovo e importante Osservatorio ha raccolto immediatamente le attenzioni dei lavoratori e anche diverse segnalazioni. Il fenomeno del Bossing è una delle forme più gravi di condotta contro un lavoratore, sostiene Bonaventura Ferri, Segretario Generale della UIL Pubblica Amministrazione di Cosenza, è da tempo che studiamo il fenomeno e il risultato è proprio l’istituzione dell’Osservatorio come strumento, indispensabile, per il contrasto di quelle condotte pericolose e a danno dei lavoratori, soprattutto, della pubblica amministrazione. Con questo nuovo Osservatorio, i lavoratori avranno uno strumento in più per contrastare sul nascere episodi che se trascurati possono
diventare “condotte lesive” difficili da gestire e affrontare da soli, con il nuovo Osservatorio i lavoratori, certamente, non saranno più da soli. L’assemblea odierna dei lavoratori dell’ufficio Scolastico di Cosenza consegue alle proteste finora attivate per denunciare il malessere dei
lavoratori e i disservizi originati non soltanto dalla grave carenza di organico. Durante l’assemblea sono state decise ulteriori forme ed iniziative di protesta, dopo l’ultimo tentativo di conciliazione
andato a vuoto presso la Prefettura di Cosenza il 18 marzo scorso, di quanto deciso dai lavoratori riuniti con la RSU ed i rappresentanti sindacali verrà data successiva comunicazione congiunta.
Presso l’Ufficio Scolastico di Cosenza, conclude il sindacalista della UIL, si è arrivati ad una situazione veramente difficile, sia per i lavoratori che per l’utenza, a questo punto riteniamo che
senza ritardi si possa riavviare ben presto, in maniera ottimale, la situazione di questo importante ufficio considerato anche il normale turn-over dirigenziale e la giusta integrazione dell’organico con ulteriori risorse appena disponibili (Comunicato stampa).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.