Cosenza, è morta la 36enne di Spezzano ricoverata in Rianimazione con la figlia di 3 anni: la bimba è in coma farmacologico

l decesso della donna di Spezzano Albanese è sopraggiunto nel corso della notte. Disposta l’autopsia per risalire alle cause. Il Covid potrebbe non essere quella principale. Stazionarie le condizioni della bambina

decesso

L’ospedale dell’Annunziata di Cosenza

Non ce l’ha fatta la donna di Spezzano Albanese di 36 anni ricoverata da sabato scorso, 16 aprile, in rianimazione all’Annunziata di Cosenza per un edema cerebrale massivo e positiva al Covid. Si è spenta nel corso della notte, nonostante le cure intensive ed i tentativi dei sanitari di strapparla alla morte. Continua a combattere invece la figlia di soli tre anni, anche lei in rianimazione. Le sue condizioni, secondo quanto si è appreso, sono gravi ma stazionarie. I medici l’hanno posta in coma farmacologico.

Disposta l’autopsia

Non è chiaro se il coronavirus sia tra le cause del decesso oppure se la donna abbia contratto un altro tipo di infezione non ancora individuata e l’abbia poi trasmessa alla piccola, forse attraverso l’allattamento, ancora saltuariamente praticato. La vicenda sarà indagata attraverso un esame autoptico che potrebbe essere utile anche ad applicare trattamenti farmacologici più efficaci alla bambina.

FONTE LACENEWS24

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *