Corigliano, vandali in azione al Parco Fabiana Luzzi



CORIGLIANO Parco periurbano Fabiana LUZZI, ancora atti di vandalismo e di inciviltà. Locali a soqquadro, porte distrutte, vetri delle finestre frantumati, grate divelte e pavimenti lesionati. Si contano almeno 3 mila euro di danni.

A dare notizia del vile atto di cui si sono resi autori ignoti questa notte (tra domenica 20 e lunedì 21 novembre), è il Sindaco Giuseppe GERACI che condanna, per l’ennesima volta, l’intollerabile escalation di vandalismo che la comunità di Corigliano sta subendo da troppo tempo.

LE DICHIARAZIONI DEL SINDACO GERACI

È inaccettabile – dichiara il Primo Cittadino – continuare a registrare episodi di deturpazione del patrimonio pubblico che offendono e mortificano il senso civico, specialmente quando si verificano ai danni di luoghi e spazi frequentati da bambini e funzionali a garantire la socializzazione e l’aggregazione.

IL FATTO 

Informato dagli operai addetti alla manutenzione, il Sindaco accompagnato dal geometra Carmine GRISPINO del settore manutentivo, si è subito recato sul posto per un sopralluogo. Sono state allertate le forze dell’ordine che sono tempestivamente intervenute.

 I DANNI AMMONTEREBBERO AD OLTRE 3 MILA EURO

Sono ancora in corso gli accertamenti. È stata sporta denuncia ai Carabinieri. Locali a soqquadro, porte distrutte, finestre e grate riverse a terra, pavimenti lesionati. È, questa, la scena che si sono trovati davanti questa mattina, gli operai, che avrebbero dovuto continuare i lavori sul posto. Ad essere stata presa di mira è stata anche la sede della Croce Rossa che si trova nello stesso palazzo dei locali comunali danneggiati.

NON SI TRATTA DI UN EPISODIO ISOLATO

Quest’ultimo episodio, purtroppo, va ad aggiungersi ad una lunga lista di atti di vandalismo e di aggressione al patrimonio pubblico, di analoga e maggiore gravità, causati in tutto il territorio comunale. Da ultimo sono stati danneggiati numerosi marmi destinati alla sistemazione delle tombe nel cimitero e lo stesso Parco Periurbano, nel mese di maggio scorso, è stato oggetto di atti di violenza che hanno causato la distruzione di alcuni lampioni.

(fonte: comunicato stampa)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.