Corigliano Rossano, tutto è pronto per il congresso Pd: confermati i tre candidati

Congresso cittadino del Pd: domani alle 19 un nuovo dibattito, mentre dopo domani si andrà alle urne per l’elezione del primo segretario cittadino e del direttivo della nuova città di Corigliano-Rossano, nonché dei delegati provinciali. Tre sono i candidati contrapposti: Mariolina Cacciola, Francesco Madeo e Giuseppe Tagliaferro. Nel collegio sub provinciale di Corigliano Rossano, invece, i candidati delegati per il voto alla presidenza della segreteria provinciale sono: Pecoraro: 1 – Mauro Francesca; 2 – Savoia Tommaso; 3 – Curatelo Rosaria; 4 – Carravetta Carlo; Tursi: 1 – Pirillo Giuseppe; 2 – Farfalla Emanuela; 3 – Palummo Antonio; 4 – Massimilla Teresa. Si voterà domenica dalle 16 alle 21 presso la sala conferenze dell’ex delegazione comunale dello scalo di Rossano. Domani l’avvio del dibattito che, questa volta, presenta l’elemento di novità, rispetto al precedente, determinato dall’esito delle urne alla elezione del presidente della Provincia di Cosenza. Uno dei tre candidati in lizza, Mariolina Cacciola, in qualche modo rappresenta l’anima stasiana del partito. I vertici del Pd, l’ala Boccia, non hanno ben gradito quanto è accaduto alle elezioni provinciali attribuendo al sindaco di Corigliano Rossano le cause della sconfitta e l’accesso del centrodestra al governo della provincia, anche se poi alcune dinamiche hanno scagionato Stasi da alcune responsabilità.

Ora ci si chiede: che ruolo avranno gli stasiani nell’ambito del congresso? Sarà muro contro muro o le regole del gioco sono cambiate? Alcuni stasiani, candidati a delegati al congresso, sposano la linea di Massimo Pecoraro sponsorizzata dal leader nazionale Boccia, altri invece, avrebbero mal gradito la rocciosa presa di posizione dei vertici di partito sul “caso Stasi” di non aprirsi al rinnovamento e alla partecipazione dal basso. Oltre 300 gli aventi diritto al voto e, da quanto trapela, si registra un leggero frazionamento, con uno dei candidati in vantaggio per storicità e numero di tesseramenti datati.  Domani la discussione verterà anche sul rapporto che il PD vuole avere con l’attuale amministrazione in carica, al cui interno presenta assessori in quota al Pd, mentre in Consiglio comunale il partito è all’opposizione. Sono queste alcune delle contraddizioni che saranno al centro della discussione interna al partito. E su questo, la linea più intransigente è quella del gruppo riconducibile al candidato Francesco Madeo che contiene una serie di sensibilità avverse all’attuale amministrazione comunale. Tre le liste per l’elezione del direttivo, una delle quali ha modificato la denominazione e sostituito qualche candidato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *