Corigliano Rossano, ricette false: fissato l’interrogatorio per il promotore dell’organizzazione

Comparirà davanti ai giudici del tribunale di Castrovillari per l’interrogatorio di garanzia colui il quale è considerato dall’accusa il deus ex machina dell’inchiesta sulle ricette false scoppiata in queste ore. Si tratta Sergio Cantafio, 69 anni, medico di medicina generale, nato a Rosarno ma residente da sempre a Corigliano Rossano (area urbana di Rossano). Deve rispondere di associazione a delinquere, truffa ai danni dello Stato, falso ideologico.

Tribunale di Castrovillari

L’uomo, difeso dagli avvocati Francesco Nicoletti e Francesco Coppola, sarà sentito martedì 15 novembre nel carcere di Castrovillari dove è attualmente rinchiuso. Oltre 1000 pagine di fascicolo in cui emergono tutte le sfumature di un’inchiesta che vede coinvolte le farmacie in un ruolo dominante per poter produrre profitto. Da alcune intercettazioni telefoniche emerge come l’uomo parlasse in scioltezza perché si sentiva immune e garantito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *